BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caldara, Kessie, Conti, Gagliardini: mezza Europa con gli occhi sui talenti dell’Atalanta

Adesso gli occhi di mezza Europa sono sui giovani talenti dell’Atalanta. Il momento d’oro dei nerazzurri e le grandissime prestazioni dei singoli hanno infatti attirato le attenzioni di dirigenti e osservatori dei top club italiani ed europei. E domenica, al Comunale di Bergamo per Atalanta-Roma, c’erano gli osservatori di tutto il calcio che conta.

La Juventus, in primis, che su Mattia Caldara e Franck Kessie ha messo gli occhi già da tempo. Il ds Fabio Paratici ha fatto seguire i due gioielli di Zingonia nella scorsa stagione, a Cesena, e quast’anno ha visto di persona le prestazioni dei due in più di un’occasione.

A Torino ne sono sicuri: i bianconeri sono pronti a sferrare l’attacco decisivo per assicurarsi sin da subito il futuro di Kessie, che potrebbe firmare con la Vecchia Signora già a gennaio per poi trasferirsi in terra piemontese a partire dalla prossima estate.

Ma stando a rumors piuttosto certi pare che si siano mossi anche gli 007 di Arsenal, Chelsea, Manchester United e Manchester City, cosa che solitamente fa lievitare i prezzi dei giovani talenti.

Alla Juventus, però, confidano nei buonissimi rapporti che da sempre legano le due società (in passato si sono conclusi senza problemi gli affari Padoin, Peluso, Spinazzola, solo per citarne alcuni).

Anche su Andrea Conti c’è grande bagarre. Il Napoli è in prima fila da tempo, la solita Juve ha chiesto informazioni e l’Inter, che da più di un anno cerca terzini senza fortuna, lo sogna già per gennaio.

Occhio poi a Roberto Gagliardini, che ancora non ha ricevuto chiamate ma è finito sulla lista di diversi osservatori.

Ma cosa farà l’Atalanta? Quel che pare certo è che Percassi e Sartori al momento non hanno nessuna voglia di rovinare il giocattolo creato da mister Gasperini (come successo invece un anno fa con Reja), ma di fronte a un’offerta impossibile da rifiutare non diranno di no. Il bilancio, del resto, è ancora alla voce “cose fondamentali”.

Ma è presto ancora per parlare di prezzi e di mercato. Ora i tifosi vogliono solo godersi lo spettacolo che il campo sta regalando. E tra due settimane ci sarà una sorta di scontro diretto da giocare…

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.