BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sicurezza, Gandi: “Potrebbero arrivare 10 militari, potenziamo luci e telecamere” fotogallery

Il vicesindaco e assessore alla sicurezza risponde all'interrogazione urgente presentata dal Capogruppo della Lega Nord Alberto Ribolla durante il Consiglio Comunale di lunedì 21 novembre. Tema portante: la sicurezza del centro cittadino e del Sentierone

“Non siamo noi a decidere se ottenere o meno i militari. Già nel gennaio scorso l’amministrazione aveva chiesto informazioni al Ministero degli Interni e proprio in questi giorni il sindaco Gori, sull’esempio di Milano, ha sollecitato nuovamente la richiesta. Visti i numeri delle altre città a Bergamo potrebbero arrivarne 10, al massimo 20 agenti”.

Il vicesindaco e assessore alla sicurezza Sergio Gandi risponde all’interrogazione urgente presentata dal Capogruppo della Lega Nord Alberto Ribolla durante il Consiglio Comunale di lunedì 21 novembre. Tema portante: la sicurezza del centro cittadino e in particolare del Sentierone dopo la spaccata alla gioielleria Curnis dello scorso 15 novembre, quando in pieno orario lavorativo dei malviventi hanno sfondato con una mazza una vetrina facendo razzia di orologi Rolex (LEGGI QUI). “La presenza dei militari può dare un senso di maggiore sicurezza e disincentivare le pratiche criminose, ma da sola non basta a svolgere un’azione repressiva”, sostiene Gandi.

Tanti i punti sollevati dal Consigliere del Carroccio sull’argomento: dal potenziamento delle forze dell’ordine in organico, appunto, a quello dell’illuminazione e della videosorveglianza del centro cittadino,fino all’istituzione di presidi mobili al fine di facilitare gli spostamenti degli agenti di Polizia Locale.

Per quanto riguarda l’illuminazione “sarà implementata in Piazza Dante e sarà favorita la possibilità di gestire in maniera autonoma le modalità di accensione e spegnimento da parte dell’immobiliare che gestisce i locali del Quadriportico, che oggi dipendono da altri edifici vicini – dice Gandi -. Siamo sensibili al tema. Ricordo che sono stati destinati 300mila euro per il potenziamento dell’illuminazione in città”.

Sui presidi degli agenti: “Attualmente sono in via Bonomelli e via Quarenghi a giorni alterni e in via Moroni almeno una volta a settimana, più quello tra le 18.30 e le 20.30 nella zona dei portici del Sentierone, in base alle disponibilità del nucleo integrato di sicurezza urbana. Impieghiamo tutte le pattuglie e tutti gli uomini a disposizione: pretendere di più è difficile con 150 agenti che ruotano su tre turni”.

A generica

Il tema vero, secondo Gandi, è tuttavia quello di rendere nuovamente attrattiva quest’area di città: “Ripensare il centro piacentiniano è una questione che va affrontata con urgenza. A tal proposito pensiamo che l’imminente apertura di due pubblici esercizi nell’area dei portici (si parla del ristorante stellato dello chef Ezio Gritti e di una pizzeria, ndr) più l’utilizzo serale della Domus da parte della High School possano già dai prossimi giorni spingere i cittadini a frequentare maggiormente la zona nelle ore serali e preserali”.

Sarà implementato anche il numero delle telecamere: per il rinnovo delle vecchie 86, che diverranno ad alta definizione, sarebbe questione di giorni. Nella mappa qui sotto, invece, segnati in rosso, trovate i 21 nuovi occhi della videosorveglianza che sorgeranno sul territorio cittadino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.