BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Con Lloyd racconto la saggezza di un maggiordomo, anche se immaginario” video

Abbiamo fatto due chiacchiere con Simone Tempia, autore di Vita con Lloyd. Un libro nato da un'idea dell'autore e dei suoi dialoghi con un maggiordomo immaginario che si chiama, appunto, Lloyd. Il libro si trova in libreria dal 17 novembre ed è edito dalla Rizzoli Lizard.

Un maggiordomo lo si vede ormai solamente nei film. Eppure la vicinanza di una figura così discreta e saggia può essere molto utile anche ad un giovane del terzo millennio. Lo dimostra Simone Tempia, autore di “Vita con Lloyd”. Un libro nato da un’idea dello scrittore, che abita a Bergamo ed è originario di Borgosesia, e dei suoi dialoghi con un maggiordomo immaginario che si chiama, appunto, Lloyd. Il volume si trova in libreria dal 17 novembre ed è edito dalla Rizzoli Lizard.

Simone Tempia

Vita con Lloyd, come nasce questa idea?
“In realtà da una notte insonne di circa due anni fa. La mattina seguente mi sono seduto alla mia scrivania per iniziare a lavorare, facendo il freelance lavoro da casa, e davanti alla mia tazza di caffè dalla mia mente è nato il dialogo con Lloyd. Da lì ho poi deciso di scrivere il primo dialogo sulla mia pagina di Facebook. Ho ricevuto parecchi like e allora ho deciso di pubblicarne ancora. Quando ho visto che attirava l’attenzione di amici, parenti e conoscenti, ho deciso di aprire la pagina Facebook dedicata proprio ai dialoghi con il maggiordomo immaginario Lloyd”.

La pagina Facebook di Vita con Lloyd ha un grandissimo successo, se lo aspettava?
“Non mi aspettavo nulla, è un assaggio di popolarità, ma che per me comporta una responsabilità nei confronti dei lettori, non li definisco “miei” perché non posseggo nemmeno i personaggi di cui scrivo, figuriamoci i lettori che li leggono”.

E’ una raccolta di testi inediti?
“Non sono tutti inediti, ma ho cercato di tenere a fede a quello che mi ero promesso quando ho iniziato con la pagina di Facebook, cioè di non pubblicare mai sempre le stesse cose. Diciamo che i nuovi lettori potranno scoprire il più possibile di Lloyd e i vecchi lettori potranno sentire qualcosa che stuzzica la loro memoria. È un lavoro elegante ed educato, adatto a chiunque lo legga”.

Come è avvenuto l’incontro con la Rizzoli Lizard?
“Quando inizio un progetto mi piace portare avanti un piano, con dei check-point come obiettivi. Per il primo anno di vita della pagina di Facebook l’obiettivo era raggiungere i 10mila like. Per il secondo anno era trasformare i dialoghi in un libro, ho quindi contattato tre case editrici che avrei voluto lavorassero con Lloyd e la Rizzoli Lizard ha detto sì. Voglio sottolineare che sono estremamente contento del lavoro che hanno fatto”.

Nel libro le illustrazioni sono di Tuono Pettinato, ma nella pagina Facebook si vedono anche collaborazioni con altri disegnatori.
“Sì, inserire tutti i risultati di queste collaborazioni nel libro avrebbe dato problemi di omogeneità al libro stesso e non mi sembrava corretto fare una cernita, creando del malcontento. Ma è mio desiderio cercare di dare vita anche a qualcosa per I volti di Lloyd, magari una mostra o un’esposizione, per rendere merito a tutti coloro che partecipano o che hanno partecipato in passato”.

Che futuro prevede per Lloyd e Sir, i suoi personaggi?
“Non lo so di preciso. Sicuramente il libro non è un punto di arrivo, o una fine, la pagina continuerà ad andare avanti, almeno fino a che i miei personaggi avranno qualcosa da dire”.

Presenterà il suo libro a Bergamo il 26 novembre: leggerà degli estratti?
“Sì, il 26 novembre alle 17.30 sarò alla libreria Incrocio Quarenghi, in via Quarenghi, per presentare il libro in un dialogo con Bruno Bozzetto, che ha avuto a che fare con personaggi immaginari, sicuramente molto più di me. Ma Lloyd ha una voce e un volto diversi per ogni lettore e non voglio quindi dargliene una io scegliendo qualcuno che legga come se fosse lui. In più essendo dialoghi metaforici perdono molto se letti ad alta voce”.

Ci saranno altre date in cui presenterà Vita con Lloyd?
“Certo, il 30 novembre sarò a Milano in Santeria Paladini. Nel mese di dicembre, invece, il 3 sarò a Roma al Bar e Libri Pallotta, il 4 sempre a Roma alla Libreria Altroquando, il 6 a Pavia al Sottovento, il 10 a Torino alla Belleville comics, il 12 a Biella alla Libreria Giovannacci. Mentre il 5 gennaio sarò a Bari allo Spine”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.