BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Furto da Curnis, la risposta del Comune: agenti dalle 18.30 alle 20 sul Sentierone foto

Dopo il colpo in orario di chiusura alla gioielleria Curnis l'amministrazione pensa a misure concrete per garantire maggiore sorveglianza nella zona dei portici del Sentierone e di piazza Dante.

Il colpo alla gioielleria Curnis alle 19 di martedì 15 novembre ha riaperto la discussione sull’area del Sentierone e di piazza Dante: in pieno orario lavorativo i malviventi si sono avvicinati a una delle vetrine, sfondandola con una mazza e facendo razzia di orologi Rolex. Un furto che segue di appena otto mesi quello nella notte tra il 15 e il 16 marzo quando i ladri misero in scena la più classica delle “spaccate”, utilizzando un’auto-ariete per aprirsi un varco ed entrare nel negozio.

Le telecamere presenti nella zona, in particolare quella del varco di largo Belotti, hanno registrato immagini interessanti: i ladri sono stati ripresi mentre si davano alla fuga, ancora incappucciati, a bordo di uno scooter di grossa cilindrata.

Proprio gli occhi elettronici potrebbero essere uno degli strumenti repellenti che l’amministrazione comunale metterà in campo per provare a contrastare il fenomeno ma, nel frattempo, l’assessore alla Sicurezza e vice sindaco Sergio Gandi è prossimo a introdurre un servizio di sorveglianza ad hoc nella zona dei portici.

Attraverso l’unità operativa Nucleo Interventi Sicurezza Urbana della Polizia Locale, infatti, verrà istituito un presidio dalle 18.30 alle 20, orario di chiusura per i negozi e quindi molto delicato: l’idea è quella di garantire la sorveglianza giornaliera che, al momento, non può ancora essere assicurata.

Non solo Polizia Locale, però, perchè anche altre forze dell’ordine stanno pensando a pattugliamenti più continui dell’area che, prossimamente, sarà oggetto di riqualificazione: dall’estensione dell’orario della Domus, che continuerebbe ad operare anche di sera, all’apertura di una nuova pizzeria e del nuovo ristorante di Ezio Gritti.

Rianimare il Sentierone per renderlo più sicuro, insomma, con il passaggio di persone che certamente ridurrebbe il rischio di determinati episodi ma senza dimenticare interventi più mirati come il ripensamento di piazza Dante, la cui illuminazione verrà rafforzata, e la già citata videosorveglianza.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.