BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Più di 25mila bergamaschi scrivono a Maroni: assuma medici per gli hospice foto

Con 25.121 firme, i cittadini bergamaschi sollecitano le assunzioni degli operatori di cure palliative necessari per garantire qualità e quantità di cura e assistenza.

Con una lettera al presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, e all’assessore Giulio Gallera, il Presidente dell’Associazione Cure Palliative Onlus Arnaldo Minetti chiede l’assunzione di operatori per gli hospice.

Egregio Presidente Roberto Maroni,
Egregio Assessore Giulio Gallera,
l’Associazione Cure Palliative Onlus di Bergamo ha il piacere di comunicarVi che ha completato la raccolta di firme a sostegno della richiesta di assunzione a tempo indeterminato di alcuni medici palliativisti e di altri operatori della rete di Cure Palliative del territorio bergamasco: ben 25.121 cittadini hanno condiviso questo obiettivo nella convinzione che la qualità e la quantità di cura e assistenza per la miglior qualità di vita possibile dei malati inguaribili in fase avanzata e dei loro famigliari necessitano di un potenziamento del personale dedicato sia in degenza nei sette hospice della provincia sia a domicilio.

La nostra rete è un esempio virtuoso di integrazione ospedale-territorio e ogni anno segue circa quattromila malati inguaribili di diverse patologie.

Con percorsi formativi articolati, approfonditi e capillari nel triennio 2014-2016 abbiamo formato, in collaborazione con l’ASL ora ATS e con l’Università degli Studi di Bergamo, centinaia di operatori delle diverse professioni e discipline coinvolte.
Consideriamo, però, fondamentale che si dia concretezza ad almeno alcune assunzioni a tempo indeterminato, soprattutto di medici palliativisti, ma anche di infermieri e psicologi, perché la presa in carico dell’utenza coinvolta è più che raddoppiata e l’organico non è ancora stato ampliato, non solo per garantire ottimi risultati del servizio, ma anche per incrementare ulteriormente la copertura territoriale.

Ci pare necessario, in primo luogo, potenziare la struttura complessa di eccellenza della USC Cure Palliative dell’ASST Papa Giovanni XXIII e, di seguito, tutte le altre realtà.
La Regione Lombardia attraverso la legge 23 persegue l’importante obiettivo dell’integrazione ospedale – territorio e la rete di Cure Palliative è un interessante opportunità per affermare una esperienza significativa di miglioramento.
Riteniamo che la realtà bergamasca abbia portato avanti percorsi eccellenti per qualità e capillarità e possa fare ancora molto.
Vi ringraziamo per l’attenzione e restiamo in attesa di un cortese riscontro.
Buon lavoro e cordiali saluti.
Arnaldo Minetti

Hospice

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.