BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Economia digitale e innovazione per l’industria 4.0: se ne parla al Kilometro Rosso

Quale modello per la manifattura italiana e bergamasca che si avviano all'industria 4.0? Ne discutono lunedì 21 novembre Lorenzo Basso, Alberto Bombassei, Antonio Misiani, Gianluigi Viscardi, Sergio Gandi e Gianni Peracchi.

L’Associazione Bergamo Europa ha organizzato per lunedì 21 novembre 2016, dalle 18 alle 20 al Kilometro Rosso, la conferenza sul tema “Industria 4.0 Economia digitale e innovazione: quale modello per la manifattura italiana e bergamasca”.

A discutere del tema ci saranno Lorenzo Basso, Deputato X Commissione Attività produttive – Relatore dell’indagine sulla “quarta rivoluzione industriale”; Alberto Bombassei, Presidente Brembo e Kilometro Rosso – Deputato X Commissione Attività produttive; Antonio Misiani, Deputato V Commissione Bilancio Tesoro e Programmazione; Gianluigi Viscardi, Presidente del Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente; Sergio Gandi, Vicesindaco del Comune di Bergamo e Gianni Peracchi, segretario generale della Cgil di Bergamo.

“Industria 4.0, la quarta rivoluzione industriale, è la sfida più importante che la manifattura italiana ha di fronte a sé – ha spiegato Antonio Misiani – Il nostro Paese, nonostante i duri colpi della crisi, è tuttora secondo in Europa, dopo la Germania, per valore aggiunto industriale. La provincia di Bergamo è uno dei territori europei a più alta intensità industriale. Le ‘tecnologie abilitanti’ – dai robot collaborativi alle stampanti 3D, dalla realtà aumentata a Internet delle cose – stanno cambiando profondamente il modo di produrre. Il Governo, raccogliendo le proposte emerse dall’indagine conoscitiva della Commissione attività produttive della Camera, di cui è stato relatore l’onorevole Lorenzo Basso, il 21 settembre 2016 ha presentato il Piano nazionale Industria 4.0. La legge di bilancio 2017 ha avviato l’attuazione del Piano, finanziando gli incentivi agli investimenti privati e alle spese per la ricerca e sviluppo e rafforzando gli strumenti per la finanza d’impresa.  Industria 4.0 è una sfida che vinceremo solo se tutti gli attori – gli imprenditori privati insieme allo Stato e al sistema universitario e della ricerca – dimostreranno di saper lavorare insieme”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.