BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Monte Pora, pronto il nuovo laghetto per l’innevamento; Angelo Radici: “Investimenti per un milione” fotogallery

Angelo Radici, socio di Irta Spa società che gestisce gli impianti del comprensorio del Monte Pora, racconta la sua soddisfazione per la realizzazione del nuovo laghetto artificiale che implementerà lo sviluppo della stazione sciistica della Valle Seriana.

Una corsa contro il tempo che sta dando i risultati sperati. Il nuovo laghetto per l’innevamento delle piste da sci al Monte Pora è ormai in via di ultimazione. “Sì, mancano solamente qualche giorno di lavoro per ultimarlo – afferma Angelo Radici, socio della Irta Spa, la società che gestisce il comprensorio -. Certo fossimo partiti prima con i lavori non ci troveremmo in questa situazione, ma i tempi della burocrazia ci hanno impedito di aprire prima il cantiere. Ora ci troviamo un nuovo bacino pronto, ma è vuoto. Manca l’acqua.”

Il problema dell’acqua è uno dei punti deboli del Monte Pora, per questo il nuovo laghetto rappresenta una grande possibilità di sviluppo per gli impianti di sci.

“Il nuovo laghetto garantisce una disponibilità di 40 mila metri cubi contro i 10/12 del passato – continua Angelo Radici -. Si tratta di un bacino che ci permetterà di innevare le piste con più tranquillità, anche in condizioni meteo poco favorevoli. Forse per quest’anno non riusciremo a sfruttare al meglio quest’opera, perché manca l’acqua, ma dal prossimo anno abbiamo una garanzia in più per migliorare l’efficienza degli impianti”.

L’operazione ha richiesto un forte investimento.

“Abbiamo investito un milione di euro, ma sono soddisfatto per come hanno lavorato i nostri uomini che si sono resi disponibili anche il sabato e la domenica – prosegue Radici -. Questo corposo investimento ci ha permesso la realizzazione del nuovo laghetto per l’innevamento, l’illuminazione della pista dei balzelli che unita a quella di Pian del Termen permetterà un’ottimizzazione dell’utilizzo delle piste. Di giorno ci saranno i turisti, la sera sarà invece riservata agli atleti dei diversi sci club”.

Sportivo e grande appassionato di sci, Angelo Radici non tradisce il suo amore per queste montagne: “Stiamo investendo sul comprensorio, anche con altri interventi e migliorie, e credo che fra due o tre anni potremo dire di avere al Monte Pora una stazione sciistica davvero interessante”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.