BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Da Bergamo a Tolentino bus di solidarietà con aiuti ai terremotati

Il consigliere regionale Lara Magoni e il sindaco di Torre Boldone Claudio Sessa impegnati in un'iniziativa di solidarietà in favore del Comune di Tolentino, colpito dal sisma del 30 ottobre

#Tutti in pista per Tolentino. È questo l’hashtag che l’ex campionessa di sci, nonché consigliere regionale Lara Magoni, ha lanciato a sostegno dell’iniziativa di solidarietà che domenica 20 novembre vedrà recapitare oltre 10mila euro nelle mani del sindaco di Tolentino: uno dei Comuni in provincia di Macerata colpiti dal terremoto dello scorso 30 ottobre.

“Domenica 20 novembre andrò con un gruppo di 50 amici nelle Marche, dove sono stata invitata come ospite d’onore per festeggiare i cinquant’anni dello sci-club di Tolentino”. L’appuntamento è fissato alle 13, al ristorante Chiaroscuro, dove si terrà un pranzo solidale a base di prodotti tipici delle zone colpite dal sisma. “Un invito che mi ha fortemente emozionata – continua la Magoni – e al quale ho detto subito di sì. Ho organizzato un pullman a mie spese per portare alla comunità di Tolentino l’abbraccio che merita. Ogni persona che salirà sul bus raccoglierà un contributo economico a suo nome e di qualche generoso amico, e il totale verrà consegnato direttamente nelle mani del primo cittadino Giuseppe Pezzanesi”.

Un’iniziativa di solidarietà al quale ha aderito anche il sindaco di Torre Boldone Claudio Sessa, che consegnerà a sua volte al collega di Tolentono i circa 10.500 euro raccolti durante il weekend del 24 e 25 settembre: la due giorni di raccolta fondi organizzata dal Comune di Torre Boldone in collaborazione con gli alpini, la protezione civile, l’associazione Amici del Cuore e la parrocchia per gli sfollati del terremoto che ha colpito l’Italia centrale.

“Ho parlato personalmente con il sindaco Pezzanesi – ha detto Sessa -. La somma raccolta sarà destinata alle scuole del paese, al momento inagibili a causa del sisma. Quando gli edifici saranno pronti, il primo cittadino ci inviterà per assistere alla riapertura, affiggendo una targa di riconoscimento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.