BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

All’azienda bergamasca TapMyLife il premio “Innovazione S@lute 2016”

Quarto prestigioso award in due anni di attività per TapMyLife, l'azienda bergamasca di indoor positioning e tracking nelle strutture sanitarie: il suo progetto premiato per “innovazione in ambito gestionale”.

Quarto prestigioso award in soli due anni di attività per TapMyLife, azienda bergamasca di indoor positioning e tracking nelle strutture sanitarie, che si è aggiudicata il premio “Innovazione in ambito amministrativo gestionale” al Salone Innovazione S@lute 2016.

Ben 101 le soluzioni esaminate per arrivare all’assegnazione del Premio Innovazione S@lute 2016: una rosa di progetti che rimandano una fotografia articolata e ricchissima di esperienze, che diverranno presto standard condivisi a livello internazionale.

Il progetto premiato permette di localizzare in tempo reale la posizione di persone e attrezzature all’interno delle strutture sanitarie, problema che fa perdere ai professionisti sanitari, soprattutto agli infermieri, oltre il 15% del loro tempo (e quindi tanto danaro alle strutture e ai contribuenti). Con la piattaforma TapMyLife, già attiva in molti ospedali veneti, utenti e staff hanno a disposizione un utile navigatore su smartphone per individuare la posizione di oggetti e persone nella struttura sanitaria per raggiungere velocemente il reparto, gli ambulatori, le stanze ed ogni punto di interesse dell’ospedale. Grazie a TapMyLife le persone vengono guidate; lo staff può visualizzare la posizione delle attrezzature; i pazienti possono essere monitorati in sicurezza; l’amministrazione può verificare l’utilizzo degli asset.

Il Premio Innovazione S@lute 2016, una iniziativa sostenuta da Corriere della Sera, promossa da Allea e Fpa con la collaborazione di Motore Sanità, con il patrocinio del Ministero della Salute e della Conferenza delle Regioni e Province Autonome, è tra i maggiori eventi in Italia dedicati alla trasformazione in chiave innovativa del sistema sanitario.

Una tre giorni di eventi e dibattiti che ha visto confrontarsi le eccellenze del mondo della salute, gli innovatori del sistema e il grande pubblico interrogarsi per approfondire il tema dell’innovazione in Sanità, andando oltre la  digitalizzazione del sistema.

Manuel Ronzoni, sales manager di TapMyLife, ripercorre il percorso che ha portato l’azienda ad affermarsi nel settore dell’health care: “La nostra soluzione si caratterizza per l’elevata specializzazione nel settore sanitario: esperienza e know-how ci hanno portato a calare al meglio la nostra tecnologia in questo tipo di realtà. Offriamo soluzioni di grande impatto sull’utenza, che migliorano l’esperienza nella struttura e la percezione del servizio. I nostri prodotti ottimizzano gli investimenti in termini di costi di gestione, di acquisto attrezzature e organizzazione dei processi (ad esempio di Pronto Soccorso, di trasporto degli emocomponenti…) e garantiscono un ritorno dell’investimento molto rapido. Se la robotica ha portato grandi miglioramenti in termini clinici la navigazione digitale è un importante strumento complementare che evita ansie, tempo perso e  disorientamento dei pazienti. Oltre alla qualità clinica va considerata anche l’eccellenza gestionale e la capacità di offrire agli utenti un’esperienza positiva in un momento delicato della loro esperienza sanitaria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.