BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Minori che hanno subito abusi, la Regione Lombardia non versa i contributi per la tutela

Un taglio che ferisce chi accudisce e segue i minori che hanno subito abusi e che vivono in particolare fragilità e solitudine. La Regione Lombardia ha deciso di non versare nel 2017 per contribuire alla custodia e alla gestione dei minori in tutela, bambini e ragazzi di età inferiore a 18 anni che hanno subito abusi.

Attualmente a Bergamo sono un’ottantina, tutti accolti obbligatoriamente per legge dal Comune di Bergamo. Sono tutti italiani. Regione Lombardia – che fino al primo trimestre 2016 ha contribuito con 35 euro giornalieri al loro mantenimento – ha scelto di aiutare – con 70 euro al giorno – solamente i minori che si siano già lasciati alle spalle cause come vittime di abusi, a Bergamo sono solo 10, ovvero solo uno su otto.

Così si passerebbe da un contributo di poco superiore al milione di euro a una quota di circa 250mila euro, il 75% in meno.

Si tratta dell’emergenza vera a cui il bilancio del Comune sarà chiamato a rimediare nel 2017.

Una situazione molto peggiore di quella che riguarda invece la gestione dei minori stranieri non accompagnati, circostanza che vede un aumento di costo per il Comune di Bergamo di 163mila euro rispetto a quanto preventivato per il 2016.

Il numero di bambini e ragazzi stranieri non accompagnati in città è passato dai 130 del 2015 ai 253 del 2016 e, nonostante la riduzione della loro permanenza nelle strutture cittadine da 74 a 55 giorni, il numero di giorni complessivi di ricovero in un istituto è quasi raddoppiato (+45%).

Guarda qui la tabella: minori-2016

Il costo individuale giornaliero, alto per via di servizi costosi di assistenza psichiatrica o educativa, è sceso a 86 euro giornalieri (-2% rispetto al 2015), per una spesa complessiva di 1.196mila euro, a cui lo Stato contribuisce con più di 623mila euro (nel 2015 furono 430mila).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.