BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Cena per il 6° compleanno di infoSOStenibile: solidarietà contro il lavoro minorile

Venerdì 18 novembre l'appuntamento annuale con il compleanno del mensile e la tradizionale cena a sostegno di progetti per l'infanzia: la location è Palazzo Colleoni a Cortenuova.

Una raffinata location, Palazzo Colleoni di Cortenuova, e una serata a cena in compagnia per festeggiare un anno in più del nostro periodico infoSOStenibile: era novembre 2010 quando l’allora BergamoSOStenibile muoveva i suoi primi passi in bergamasca, per poi affiancarsi a BresciaSOStenibile gli anni successivi. Dal 2015 la diffusione aumenta ancora e la rivista prende il nome di infoSOStenibile, diffusa dal 2016 anche a Como, Cremona, Mantova e in altri punti di distribuzione sparsi un po’ in Lombardia. Una crescita che va di pari passo con il numero di collaboratori e di lettori, tra affezionati della prima ora e nuovi lettori anche on line, così come in aumento sono anche gli enti, le scuole, le associazioni e le imprese coinvolte, che sempre più spesso ruotano attorno al nostro giornale e ne condividono la mission: promuovere stili di vita più sostenibili a un pubblico sempre più ampio.

Anche per questo motivo ogni anno cerchiamo di condire i nostri festeggiamenti come un anticipo degli scambi di auguri di fine anno, ma soprattutto con il sostegno a un progetto di solidarietà. Come da tradizione le iniziative a cui cerchiamo di contribuire hanno un denominatore comune, ovvero l’infanzia, quale parte di società più indifesa e bisognosa di attenzione, perché la sostenibilità è prima di tutto un investimento sul nostro futuro e sulle nuove generazioni. La cena avrà un costo di 22 euro, più 5 euro a sostegno del progetto contro il lavoro minorile promosso in collaborazione con Coop Lombardia e Mani Tese.

Ma ecco il menù per la serata: si comincia con aperitivo di scaglie di grana e prosecco e per antipasto mondeghili di carne su vellutata di zucca; come primo piatto risotto mantecato al Franciacorta e rosmarino, mentre per secondo filetto di maialino in crosta di sfoglia con patate dorate al forno e per finire l’immancabile dessert con caffè e bevande incluse. Naturalmente vi è la possibilità di piatti sostitutivi per vegetariani o ciliaci, basta segnalarlo. L’appuntamento è dunque fissato per venerdì 18 novembre, alle ore 20 al prestigioso Palazzo Colleoni di Cortenuova, occorre solo prenotarsi per telefono allo 035/258559 o per email a redazione@infosostenibile.it (vedi box a lato).

Tutta la redazione vi aspetta!

Mani Tese è un’organizzazione non governativa nata nel 1964 per combattere la fame e gli squilibri tra Nord e Sud del mondo che intende costruire una mobilitazione globale per diffondere consapevolezza sul fenomeno delle schiavitù moderne attraverso progetti di cooperazione internazionale, educazione alla cittadinanza mondiale e attivazione della società civile

“Una società può essere capita bene solo da come tratta i bambini”. Questa celebre frase di Victor Hugo racchiude nella sua semplicità spiazzante una verità sempre attuale. I bambini, oltre che il futuro, rappresentano la purezza, la natura umana incorrotta, priva di difese.

Spesso tuttavia sono proprio i bambini a essere le prime vittime di abusi di diverso genere, quando invece dovrebbero solo essere tutelati e difesi. La giusta istruzione, l’amore di una famiglia, l’affetto degli amici e il diritto al gioco sono i fondamenti per una crescita sana, ma purtroppo in molti paesi del mondo tutto questo non accade. Spesso i bambini lavorano e le bambine si sposano in età scolare, vengono privati della loro spensieratezza e di tutti quei diritti che dovrebbero esser loro naturalmente riconosciuti. Un segno di rispetto verso i nostri bambini è garantire un’infanzia degna a tutti quelli che ne sono stati privati.

I EXIST è una campagna di Mani Tese volta a rendere visibile un fenomeno moderno troppo spesso ignorato: lo sfruttamento minorile. Mani Tese è un’organizzazione non governativa nata nel 1964 per combattere la fame e gli squilibri tra Nord e Sud del mondo attraverso progetti di cooperazione, iniziative di sensibilizzazione e attivazione della società civile, volontariato ed educazione alla cittadinanza mondiale. Mani Tese si configura come un movimento nato spontaneamente da un’esigenza di molti, complice una presa di coscienza sempre più diffusa dei doveri di ciascun uomo verso i suoi simili. Di fronte a notizie e immagini di profonda miseria e di ingiustizia in cui versano almeno due terzi dell’umanità, l’associazione si impegna a denunciare le ingiustizie, a informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della pace e della lotta alla fame, oltre che a realizzare micro progetti di sviluppo nel Sud del mondo.

Mani Tese intende costruire una mobilitazione globale per diffondere consapevolezza sul fenomeno delle schiavitù moderne attraverso progetti di cooperazione internazionale, educazione alla cittadinanza mondiale e attivazione della società civile. All’interno delle scuole, il primo posto in cui intervenire, ha realizzato un laboratorio di educazione alla Cittadinanza Mondiale sul tema delle schiavitù moderne per far riflettere i bambini e i ragazzi su questa forma sommersa di ingiustizia sociale.

“S-cateniamoci”, questo il titolo della proposta formativa, intende spiegare ai più giovani quali siano le catene che tengono imprigionati i nuovi schiavi e come ci si possa rendere complici della loro liberazione. Un bambino che lavora è quasi sempre un bambino che non frequenta la scuola e la mancanza di istruzione può essere frutto della scarsità di risorse pubbliche, di scelte orientate verso altri investimenti o di fattori culturali e sociali che tendono a penalizzare in particolar modo le femmine e le classi sociali più discriminate. I bambini costretti a lavorare lo fanno a discapito della loro salute, del loro sviluppo, della loro libertà e del loro benessere. Ignorare tutto questo non è più possibile e quest’anno infoSOStenibile sceglie di festeggiare il suo sesto compleanno con Mani Tese e Coop Lombardia per sostenere il progetto I Exist, perchè agire bene non è sufficiente, è necessario partecipare e sostenere quelle reatà che si adoperano perchè tutti abbiano gli stessi diritti e le stesse opportunità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.