BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caro professor Veronesi, grazie perché sono viva

Fabrizia Lorusso è stata malata e curata da Umberto Veronesi.

Fabrizia Lorusso è stata malata e curata da Umberto Veronesi. Lo ricorda così.

Caro professore,

Ti ho incontrato una sola volta ma, in realtà, ti conoscevo già da tempo.

Da quel 17 giugno 2013 quando ho messo piede nel tuo ospedale per operarmi di cancro al seno.

Il tuo ospedale eri tu, sei tu. Un luogo aperto, accogliente, umano, professionale, dove il tuo modo laico e libero di intendere la scienza e, quindi, la vita è la cura.

Un luogo dove la morte è il quotidiano, ma di quel quotidiano non ne rappresenta mai il sentimento né tantomeno il pensiero.

Un luogo dove i camici bianchi sono pieni di uomini e donne che ogni volta mi hanno accolta e più di una volta raccolta ad un passo dal cadere.

Un luogo dove la sofferenza fa molto male, ma il male, quello fisico, ne esce come una bestemmia perché tu volevi così, un ospedale senza dolore.

Solo poche ore fa ero lì in una tua sala d’attesa. Mi sei passato davanti un attimo nei pensieri.

Se avessi saputo che te ne stavi andando, ti avrei fermato per dirti grazie perché sono viva.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.