BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Melograno, antitumorale e alleato del cuore: da provare in insalata castelluccio

E' il melograno il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco: le nostre Amichesciroppate lo hanno utilizzato per una gustosissima insalata castelluccio.

Buono e salutare, è il melograno il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Questo è il periodo di massima offerta: le referenze disponibili hanno principale provenienza turca e spagnola, ma anche siciliana. In termini di volumi offerti, quest’ultimo è sicuramente il fanalino di coda tra i differenti areali produttivi, ma in termini qualitativi, la varietà “wanderful” si distingue per un eccellente colore, pezzatura e per il perfetto rapporto tra acidità e zuccheri del suo succo.

Frutto di stagione, annovera molte proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo. Innanzitutto, è ricco di antiossidanti, vitamina C e K, proteine e carboidrati, ma non manca di potassio, ferro, calcio, magnesio, fosforo e, in misura minore, manganese e zinco.

Grazie alla presenza di particolari sostanze (tannini e polifenoli), il melograno è rinomato per le proprietà antitumorali, rallenta i processi di invecchiamento cellulare e riduce l’azione dei radicali liberi. Il succo aiuta la salute del cuore ed è un alleato contro emorroidi, nausea e parassiti intestinali, ma non è tutto: secondo alcune ricerche un consumo regolare contribuirebbe a ridurre il colesterolo LDL e a effettuare un effetto barriera sullo sviluppo dell’Alzheimer.
In cucina può essere adoperato per preparare ottimi ripieni, salse, sughi, marmellate, gelatine, sorbetti, torte e gelati. Spremuto o passato al setaccio, viene utilizzato per accompagnare primi piatti (risotti, pastasciutta, gnocchi e zuppe), secondi di carne, come arrosto di pollo o di maiale, oppure pesce, come branzino e spigola. Un consiglio: all’acquisto occorre accertarsi che sulla superficie non ci siano macchie o spaccature in modo da evitare l’insorgenza di parassiti o muffe.

Per chi soffre di colite e diverticolite è da evitare l’ingestione dei semini interi e, come sempre, nell’alimentazione, è sconsigliato il consumo eccessivo: un’assunzione smodata di melograno, in particolare dei principi attivi ricavati dalla corteccia, può provocare un’intossicazione i cui effetti collaterali sono vertigini, cefalea, sonnolenza e difficoltà respiratoria.

In cosmetica, grazie alle sue proprietà, è contenuto in molti prodotti per i capelli e per la pelle, aiutando a ridurre macchie di età e rughe ed è anche indicato in caso di acne e pelle grassa.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo bergamasco, la chiusura infrasettimanale per Ognissanti ha leggermente destabilizzato i consueti equilibri settimanali, ma nel complesso non ha danneggiato le compravendite in termine di volumi movimentati.

Finalmente arrivano le arance siciliane, con e senza foglia: la prima varietà raccolta è la “navellina”, caratterizzata dalla polpa chiara che presenta un piccolo frutto gemello all’interno della buccia, posto al polo opposto del frutto rispetto al picciolo. La maturazione dei frutti non è ancora ineccepibile, ma ci sarà tempo per migliorare.

Registra un deciso balzo in avanti la qualità dei mandaranci o clementine: il prodotto nazionale pare aver definitivamente sorpassato per quantità, ma soprattutto per qualità la concorrenza spagnola. Se per le clementine ora il mercato parla prevalentemente Italiano, per il kiwi la stagione è solo agli inizi e il prodotto nazionale appena raccolto è presente in percentuale minore rispetto a quello vecchio proveniente da oltreoceano. Per ora il frutto italiano evidenzia un grado di maturazione poco appetibile che non permette al consumatore di poter assaporarne la vera tipicità ed eccellenza.

Sono stabili le quotazioni dei loti comuni, mentre si intensifica l’offerta e l’attenzione del consumatore riguardo la varietà Persimon, identificata, più comunemente come caco-mela.

Diminuisce sensibilmente la disponibilità di fragole nazionali e l’immediata conseguenza è il repentino rincaro dell’articolo, pur ricordando che siamo di fronte a una richiesta che è prerogativa della ristorazione e della pasticceria: ormai il consumatore finale riconosce la stagionalità del prodotto e quindi, in questo caso, orienta l’attenzione verso altri frutti di stagione.

Al reparto orticolo si evidenzia un discreto aumento della disponibilità di carciofi con e senza spine: l’origine principale rimane la Sardegna anche se si possono trovare anche con altre provenienze. La richiesta di mercato non soddisfa l’offerta e, sicuramente, è condizionata negativamente da temperature, forse troppo elevate per il periodo. Si può dire che le quotazioni del prodotto si collocano entro valori consoni all’inizio della stagione.

Da annotare, un apparente e generale rincaro dei pomodori, soprattutto per le varietà ciliegino e datterino, mentre diminuiscono di qualche decina di centesimo i prezzi delle zucchine, che attualmente sono disponibili principalmente con provenienza da areali produttivi collocati nelle regioni più meridionali del Belpaese. Per concludere, sono stabili i valori di mercato di buona parte delle verdure disponibili.

La ricetta della settimana a cura delle nostre Amichesciroppate

Insalata castelluccio

Ingredienti 

Lenticchie q.b.

Melograna q.b.

Mela ambrosia q.b.

Scaglie di parmigiano reggiano q.b.

Olio

Sale q.b.

Pepe q.b.

melograno

Procedimento

Mettete le lenticchie cotte in una terrina.

Sgranate la melagrana e tagliate a pezzetti la mela eliminando la buccia.

Unite alle lenticchie gli ingredienti e aggiungete le scaglie di parmigiano.

melograno

Condite tutto con olio extravergine di oliva, sale e pepe. ( io con il pepe abbondo un po’, fate voi….)

Pochissimi ingredienti per fare il pieno di ferro e vitamina C.

Se sono facili ci piacciono di più, se poi sono anche buone…..

melograno

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.