BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Buongiorno di Gramellini dedicato al sindaco di Cene

Massimo Gramellini, nel suo Buongiorno prende di mira il sindaco Valoti di Cene e la sua richiesta, rilanciata da Bergamonews nei giorni scorsi, di ospitare, invece dei profughi, i terremotati

Massimo Gramellini, nel suo Buongiorno su La Stampa, prende di mira il sindaco Giorgio Valoti di Cene e la sua richiesta, rilanciata da Bergamonews nei giorni scorsi, di ospitare, invece dei profughi, i terremotati.

Una brutta mattina il signor Valoti sindaco di Cene, un paese della Bergamasca, si è svegliato e ha fatto l’atroce scoperta: il Prefetto aveva infiltrato cinquantanove migranti nella casa-vacanze di proprietà della Curia. Il secondo pensiero del sindaco è stato di scrivere che in quella casa vanno ospitati i terremotati italiani e non dei bighelloni stranieri. Pensiero nobilissimo, per la parte che riguarda i terremotati, che sarebbe risultato ancora più nobile se fosse scaturito dal suo cuoricino prima e non dopo la scoperta che la villa vescovile era andata ad altri tribolati. Ma è stato il suo primo pensiero a meritargli gli onori delle cronache. Per comunicare alla cittadinanza la propria estraneità all’arrivo degli ospiti indesiderati ha utilizzato i tabelloni luminosi che servono a fornire indicazioni sulla viabilità.

Sembra una quisquilia formale, eppure non lo è. Un sindaco che brandisce cartelli di pubblica utilità per denunciare che la scelta di accogliere i migranti è stata presa dallo Stato a sua insaputa potrà anche avere ragione nel merito, ma sta istigando la popolazione all’odio contro i migranti e alla ribellione contro lo Stato. Il guaio è che forse non se ne accorge nemmeno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea Scania

    PER FARE CASSA, LA CHIESA USA LA SCUSA DELL’ACCOGLIENZA E DELLA CARITA’ PER RIEMPIRE DI MIGRANTI LE CASE DI SUA PROPRIETA’ (MAGARI FRUTTI DI LASCITI DI PERSONE DEVOTE E DEFUNTE).
    PER FARLO, AGISCE NELL’OMBRA, PRENDENDO ACCORDI COL PREFETTO E SENZA NEMMENO ASCOLTARE QUEI CITTADINI A CUI IMPONE QUELLA CONVIVENZA. ANZI, SE PER SBAGLIO UNO SI LAMENTA, SI AFFRETTA AD ADDITARLO COME RAZZISTA.
    SVEGLIAMOCI, PERCHE’ IL BUE E’ GIA’ FURORI DALLA STALLA.