BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Omicidio stradale: Bergamo terza in Lombardia per denunce, una ogni 35mila abitanti

DAS, compagnia specializzata nella tutela legale, ha condotto un'analisi dopo l'introduzione del reato di omicidio colposo da incidente stradale: primato regionale a Brescia, seconda solo a Ravenna a livello nazionale, mentre a Bergamo c'è una denuncia ogni 35mila abitanti.

Una denuncia ogni 35mila abitanti: Bergamo è la terza provincia in Lombardia per frequenza di incriminazioni per omicidio colposo da incidente stradale in rapporto alla popolazione. È quanto emerge da un’analisi condotta da DAS, compagnia specializzata nella tutela legale, dopo l’introduzione del reato: la Lombardia, con una denuncia ogni 46.741 residenti, è al sesto posto in Italia per numero di denunce fatte dalle forze di polizia alle autorità giudiziarie.

Il triste primato regionale spetta a Brescia che con una denuncia ogni 19.168 abitanti, è la seconda provincia italiana dopo Ravenna (una ogni 18.667): scorrendo la classifica regionale troviamo Cremona, con una denuncia ogni 27.816 abitanti, e appunto Bergamo, una denuncia ogni 35.769 abitanti. Seguono Sondrio (1/45.522), Mantova (1/51.865), Pavia (1/54.872), Milano (1/56.085), Como (1/59.991) e Varese (1/98.915).

Le province con meno incriminazioni sono invece quelle di Lecco (con 1 denuncia ogni 340.251 abitanti), Lodi (1/229.576) e Monza e Brianza (1/216.139).

Calabria, Sicilia e Puglia sono state le regioni dove il maggiore numero di denunce per omicidio colposo da incidente stradale non ha trovato un colpevole, rispettivamente 38,5%, 32,7% e 27,8% dei casi. Quarta è la Lombardia con quasi il 23% di incidenti stradali colposi nei quali non è stato possibile individuare il colpevole entro l’anno in cui è avvenuto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.