BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La denuncia: nuova scuola, niente crocifissi; il sindaco: “Solo motivi logistici”

La risposta del primo cittadino all'interrogazione del consigliere comunale Donghi: "Non li abbiamo ancora appesi per ragioni logistiche. Nel frattempo se vuole vedere dei crocifissi guardi nelle chiese, nell'oratorio e nei cimiteri"

“Nella nuova scuola secondaria di Villa d’Almè mancano i crocifissi”. La denuncia arriva direttamente dal consigliere comunale di “Villa d’Almè prima di tutto” Paolo Donghi, che in consiglio comunale ha portato un’interrogazione al sindaco Manuel Preda.

“Numerosi cittadini mi hanno contattato, con risentimento, per riferirmi che i figli hanno comunicato loro che nelle aule non ci sono i crocifissi. La nuova scuola media di via Bastia è stata inaugurata il 3 settembre scorso – ha scritto Donghi -, quindi il tempo per l’affissione dei crocifissi non è mancato, cosa invece presente nella vigente normativa nazionale”.

“Il crocifisso – ha continuato Donghi nella sua interrogazione – rappresenta l’identità storica, culturale e spirituale del popolo italiano, e quindi anche dei cittadini villesi. Sindaco, intende rimediare alla mancanza?”.

La risposta del primo cittadino Manuel Preda non è tardata ad arrivare: “I crocifissi ci sono – ha spiegato Preda -, sono negli armadi in attesa di essere affissi alle pareti ma solo per questioni logistiche e non certo ideologiche. Completeremo presto, secondo i programmi, gli arredi. Nel frattempo, se vuole vedere dei crocifissi, li trova ogni giorno nelle chiese parrocchiali di Villa d’Almè e Bruntino, nella chiesetta dell’oratorio, di via Prada, della Scabla, in quella della Casetta ed in quella di via Sigismondi, senza dimenticare i due cimiteri di Bruntino e in quello dell’unione dei Comuni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.