BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, il Centrodestra con l’on. Fidanza spiega le ragioni del No al referendum

"Sabato 29 Ottobre, dalle 16 alla la Sala Galmozzi di via Torquato Tasso, Bergamo, terremo un incontro pubblico per spiegare ai cittadini le ragioni del nostro NO al referendum costituzionale del 4 dicembre".

“Sabato 29 Ottobre, dalle 16 alla la Sala Galmozzi di via Torquato Tasso, Bergamo, terremo un incontro pubblico per spiegare ai cittadini le ragioni del nostro NO al referendum costituzionale del 4 dicembre” annunciano i promotori cittadini del comitato per il No al referendum del centrodestra, Andrea Tremaglia, capogruppo di Fratelli d’Italia, Alberto Ribolla, coordinatore cittadino della Lega Nord, e Stefano Benigni, coordinatore cittadino di Forza Italia.

“I cittadini meritano la possibilità di conoscere in maniera approfondita il testo della riforma, oltre gli slogan che Renzi ripete ogni giorno in televisione, per difendere una riforma che non abolisce il bicameralismo, crea un Senato di nominati e complica i rapporti tra Stato e Regioni. Spiegheremo anche le nostre proposte alternative, come l’elezione diretta del capo del governo: devono essere gli italiani a scegliersi il premier e non trovarsi nominati come Monti, Letta e Renzi. Vogliamo inoltre che si introduca un tetto massimo per la pressione fiscale in costituzione, che i cittadini abbiano la possibilità di esprimersi sui trattati europei, che ci sia una reale e definitiva abolizione del Senato. Tutte cose impossibili se passasse questa riforma.”

“Insieme a noi interverrà l’On. Carlo Fidanza, già deputato europeo, oggi responsabile nazionale degli Enti Locali per Fratelli d’Italia, che porterà il suo contributo evidenziando anche come questa riforma ci renderà ancora più succubi delle cancellerie europee. Siamo convinti che i bergamaschi risponderanno nelle urne alle bugie di Renzi. Incontri come quelli di sabato devono servire a smascherarle e a impedire che la propaganda del PD distragga dalla inconsistenza e pericolosità politica di una riforma di questo genere.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.