BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Visitatori colti da malore a Real Bodies, 7 dei 65 sono bergamaschi fotogallery

È arrivato da Bergamo poco meno l'11% dei 65 visitatori colti da malori durante il primo mese di apertura della mostra internazionale di anatomia ospitata a Lambrate

Più informazioni su

È arrivato da Bergamo poco meno l’11% dei 65 visitatori colti da malori durante il primo mese di apertura della mostra internazionale di anatomia “Real Bodies, scopri il corpo umano” ospitata fino al 29 gennaio 2017 dalla sede espositiva di via Ventura 15 a Lambrate. A star male con capogiri o nausea 7 residenti nella città bagnata dal torrente Morla, alla vista dei 40 cadaveri umani e degli oltre 300 organi conservati attraverso il procedimento della polimerizzazione che sostituisce i fluidi con polimeri cristallizzando forma e dimensioni anatomica dei corpi.

Un’incidenza di svenimenti nella norma, addirittura inferiore a quella registrata nella precedente edizione di Lisbona che arrivò a totalizzare 220.000 ingressi in 5 mesi di apertura. Un’evenienza comunque non sottovalutata dalla direzione della mostra (www.realbodies.it ), che fa capo alla società Venice Exhibition di Venezia, tanto che ha già predisposto una zona infermeria per far riprendere i visitatori colti da malore, e ora sta valutando persino se dotare di defibrillatore la sede della mostra. “Per fortuna nessun caso preoccupante che abbia richiesto l’allerta del 118” commenta il patron e promoter mondiale della mostra, Mauro Rigoni “tutti i visitatori bergamaschi svenuti sono stati seguiti dal nostro personale finché non si sono ripresi”.

“L’episodio che ci è spaventato non poco” aggiunge Rigoni “è stato quello di un visitatore 44enne di Bergamo, padre di famiglia, che nell’ultimo weekend ha atteso due ore in coda all’esterno sotto la pioggia per entrare e, appena dentro la mostra, si è sentito mancare le gambe davanti al plastinato “Vitruviano” ispirato alla famosa opera di Leonardo Da Vinci, il tutto di fronte alla moglie e ai due bambini. Lo abbiamo immediatamente soccorso col personale interno prendendo anche un bello spavento perché temevamo un infarto”.

“Fortunatamente” continua Rigoni “invece ha ripreso il colorito naturale in pochi minuti e ci ha confessato che non aveva mangiato a colazione perché indisposto fin dal mattino ed ha riferito il mancamento ad una probabile caduta della glicemia. Considerando il tempo di visita variabile fra l’ora e mezza e le due ore, in cui avrebbe comunque dovuto rimanere in piedi per tutto il tempo, gli abbiamo comunque consigliato di rimanere alcuni minuti disteso nella sala infermeria della mostra finché non fosse stato sicuro di stare bene e di iniziare la visita”.

“Real Bodies è adatta a tutti, senza distinzione, e mostra senza filtri la realtà del corpo umano con esclusive finalità di divulgazione scolastica e scientifica, senza spettacolarizzazioni della morte” precisa il dottor Antonello Cirnelli, medico legale curatore scientifico dei contenuti di Real Bodies “le zone più d’impatto della mostra sono debitamente segnalate e i malori, statisticamente nella norma, possono essere ricondotti a particolare sensibilità e situazioni soggettive dei visitatori svenuti”.

“Tanto più” conclude l’anatomopatologo perito della procura veneziana “che all’interno della sede espositiva tutti possono vivere un’esperienza culturale intensa certo, con contenuti straordinari offerti alla vista per la prima volta, ma senza preoccupazioni di sorta, in quanto è stata predisposta fin dall’apertura un’area di sicurezza sanitaria con la presenza costante di personale preparato e pronto ad intervenire in ogni momento”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.