BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio indignata, rubano nella pizzeria Kalica che integra i disabili

Hanno agito nella notte tra lunedì 24 e martedì 25 ottobre i ladri autori della spaccata ai danni della pizzeria Kalica di via Milano, a Treviglio. Nel giro di un mese, questo, è il terzo episodio di furto registrato nella palazzina: in precedenza, infatti, sono stati svaligiati 2 garage. I delinquenti si sono introdotti nel locale rompendo uno dei vetri per poi fare razzia, oltre che dell’incasso e delle mance, anche di una ventina di lattine di birra e bibite. Magro il bottino recuperato dai malviventi che si aggira intorno ai 70 euro. Amara, invece, la sorpresa per il presidente dell’associazione Emilia Ruggeri quando, il pomeriggio successivo, uno fornitore l’ha avvertita che uno dei vetri della pizzeria era in frantumi.

Gestita dall’omonima associazione che si occupa di migliorare il processo di integrazione di una ventina di persone diversamente abili, la pizzeria è da poco nata con uno scopo ben chiaro: ossia, quello di recuperare, attraverso la vendita di pizze, i fondi necessari per la realizzazione di una casa famiglia adatta ad ospitare disabili in carrozzella. L’episodio di furto ha destato parecchio scalpore e indignato, oltre che gli stessi volontari, anche l’intera comunità che condanna l’accaduto.

“Hanno aperto i cassetti buttando tutto per aria – ha dichiarato Emilia Ruggeri – e, come se non bastasse, hanno sputato nella cassa perché, forse, pensavano di trovarci più soldi. Questa è mancanza di rispetto per tutte quelle persone che, qui, lavorano gratis. Perché compiere un gesto simile? Ora, comunque, continuiamo a lavorare. Dopo il furto ho subito sporto denuncia e, anzi, ne approfitto per ringraziare le forze dell’ordine per il loro intervento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.