BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Antiossidante e depurativa: è l’ora della zucca, gustatela in torta soffice

È la zucca il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco: ottima fonte di vitamine e di sostanze antiossidanti, fornisce al nostro organismo il betacarotene e presenta significative proprietà diuretiche, favorendo la regolazione intestinale, depurando l’organismo e saziando senza appesantire.

Più informazioni su

È la zucca il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Verdura tipica dell’autunno e simbolo associato ad Halloween, per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia è disponibile a un ottimo rapporto tra qualità e prezzo: si parla della varietà “delica” che è commestibile ed è verde, tonda  ma marcatamente schiacciata sui poli, mentre la zucca di halloween, arancione e dalla forma sferica, è una varietà non commestibile.

Le referenze più rinomate della Delica provengono dai territori mantovani, ma in piena stagione si può trovare della buona merce anche di differente provenienza. Disponibile in abbondanti quantitativi, annovera diverse proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo. Innanzitutto, è un’ottima fonte di vitamine e di sostanze antiossidanti. In modo particolare fornisce al nostro organismo il betacarotene, indispensabile per la formazione della vitamina A. Inoltre, presenta significative proprietà diuretiche e favorisce la regolazione intestinale, depura l’organismo e sazia senza appesantire, è in grado di alleviare le infiammazioni della pelle e di prevenire le disfunzioni delle vie urinarie. L’applicazione dell’olio di semi di zucca favorisce la guarigione delle scottature, mentre i semi sono utili come vermifugo per combattere la tenia.

Ingrediente versatile, in cucina si può adoperare in ogni piatto del menù, dall’antipasto al dolce: generalmente è ottima per preparare creme, zuppe, risotti e ripieno per pasta fresca.

Un consiglio: al momento dell’acquisto è preferibile scegliere il prodotto fresco, ben maturo e sodo. Per testare il grado di maturazione, basta “colpire” la zucca con le nocche della mano e verificare che emetta un suono sordo. Inoltre, il picciolo deve essere morbido e ben “attaccato”, e la buccia pulita e senza ammaccature. Nel caso si compri a fette, occorrerà verificare che la parte tagliata ed esposta all’aria non sia eccessivamente asciutta.

Dando uno sguardo più in generale alle compravendite ortofrutticole, le richieste di mercato paiono poco incisive: di certo i temporali registrati i primi giorni di questa settimana hanno condizionato negativamente gli approvvigionanti della clientela ai negozi di vicinato e ai mercati rionali.

A vista d’occhio aumenta la disponibilità di clementine, sia con origine spagnola sia nazionale: colore, pezzatura e sapore dei frutti, nella massa, risultano in constante miglioramento, ma l’attuale rapporto tra domanda e offerta impone anche un evidente ridimensionamento dei prezzi, soprattutto per quanto riguarda il raccolto spagnolo.

Stagionale e fisiologica la contrazione dell’offerta di miyakawa (varietà di mandarini di colore verde con origini orientali): l’attenzione da parte del consumatore è andata via via scemando dopo l’arrivo delle prime clementine.

Dopo il brusco ridimensionamento delle quotazioni per limone con provenienza extracontinentale, da qualche settimana è iniziata l’offerta di prodotto più fresco con origine sia spagnola sia siciliana: buono lo standard qualitativo e prezzi in linea alle quotazioni degli scorsi anni.

È ancora più che sufficiente la presenza in mercato di cachi: aumenta la percentuale di prodotto con un grado di maturazione prossimo al consumo, condizione che, a questo punto della filiera distributiva, in alcuni casi svaluta eccessivamente il valore del frutto. Buona anche la disponibilità di melograni per i quali, al momento, la merce estera, grazie a un prezzo più aggressivo, sembra aver la meglio su quella nazionale.

I nuovi rapporti tra domanda e offerta scaturiti durante questa settimana per quanto riguarda l’uva da tavola, evidenziano quotazioni in aumento senza distinzioni per varietà, qualità e provenienza. La produzione, sia pugliese sia siciliana rallenta i ritmi di raccolta e conferimento “pretendendo” qualche decina di centesimo in più, soprattutto sulle migliori partite.

Passando al reparto orticolo rimane fondamentale e determinante l’offerta della produzione locale, in particolar modo per quanto riguarda le verdure a foglia e questa settimana, per la prima volta, fa bella mostra di sé in mercato l’indivia Scarola dei colli bergamaschi. A causa di una stagionale contrazione dei quantitativi disponibili di fagiolini boby nazionali, si registrano i primi arrivi di prodotto proveniente del nord- Africa. Intanto, aumentano sia l’offerta sia l’interesse del consumatore per i radicchi rossi, tondi, lunghi od oblunghi, quasi esclusivamente con origine veneta. Si registra, poi, un rimescolamento relativo ai luoghi d’origine e alle tecniche colturali per le melanzane: per qualche giorno avremo sovrapposizione di differenti provenienze e di raccolto coltivato all’aperto e quello cresciuto in serra. Per concludere, sono in lieve rialzo le quotazioni dei peperoni, comunque consone al periodo e all’elevato standard qualitativo evidenziato: il prodotto siciliano non ha nulla da invidiare a quello estero, decisamente più standardizzato.

La ricetta della settimana a cura delle nostre Amichesciroppate

Torta soffice con zucca e noci

torta zucca

Care Amichesciroppate,

fate fatica a far mangiare la verdura ai vostri bambini?

Vi svelerò un segreto…provate a nasconderla in una fetta di torta soffice soffice e nessuno se ne accorgerà!

Per preparare questa golosissima torta avrete bisogno di un bel pezzo di zucca ben matura e di un po’ di noci…sì, perché il sapore dolce della zucca si sposa benissimo con il gusto un po’ amarognolo delle noci!

Procuratevi questi ingredienti e iniziate a cucinare!!

INGREDIENTI

250 gr di zucca matura già pulita

100 gr di noci tritate

3 uova intere

1 vasetto di yogurt bianco (io uso sempre quello di soia per problemi di intolleranze)

1 vasetto scarso di olio di semi

1 vasetto e 1/2 di zucchero di canna

1 bustina di lievito

5 vasetti di farina

PROCEDIMENTO

In una ciotola capiente sbattete le 3 uova con lo zucchero.

Tritate la zucca in un frullatore fino a farla diventare purea.

Unite la zucca alle uova, aggiungete lo yogurt e l’olio.

Amalgamate per bene questi ingredienti “liquidi”…successivamente iniziate ad aggiungere gli ingredienti secchi, ossia le noci tritate, la farina e il lievito.

Continuate a mescolare fino ad ottenere un impasto morbido e senza grumi.

Ora versate il composto in uno stampo per torte precedentemente imburrato o rivestito con carta forno.

Cuocete in forno già caldo statico a 180 gradi per circa 40 minuti.

Controllate la cottura con uno stecchino.

Solo quando uscirà asciutto,  la vostra torta sarà pronta.

Sfornate, fate raffreddare e nel frattempo preparatevi una tazza di tè fumante….mmmm la merenda è servita!

torta zucca

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.