BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La rete social si attiva e fa rintracciare presunto molestatore: ma era un equivoco

Si è avvicinato a bordo del suo furgone a una bimba di 8 anni la quale, dopo aver visto l'uomo aprire lo sportello, si è subito data alla fuga.

Si è avvicinato a bordo del suo furgone a una bimba di 8 anni la quale, dopo aver visto l’uomo aprire lo sportello, si è subito data alla fuga.

L’episodio, avvenuto nella giornata di mercoledì 26 ottobre in prossimità del municipio di Spirano, non è passato inosservato. Alcuni cittadini, infatti, hanno prontamente segnalato l’accaduto alle forze dell’ordine che si sono subito attivate.

L’operaio a bordo del furgone è stato rintracciato, identificato e segnalato dalla polizia locale in tempi rapidissimi. E si è capito che si è trattato di un fraintendimento: uno spavento che non aveva fondamento nelle intenzioni e nella sostanza. Per correttezza e garanzia, anche nei confronti della persona segnalata e identificata, è stata informata l’Autorità Giudiziaria.

Un fatto positivo legato a questa vicenda è la velocità con cui di è attivata la ricerca unita alla precisione delle informazioni. Tutto questo perché la “macchina dell’informazione”, a Spirano esiste ed è attva. Il concetto di “fare rete” pare sia stato recepito dai cittadini che, soprattutto attraverso l’utilizzo dei social network, condividono informazioni, avvisi o segnalazioni di ogni tipo.

Una sorta di “vicinato 2.0” più attivo che mai che il  comandante della polizia locale dei Comuni associati Matteo Copia, ha così commentato: “Considero la rete un’arma capace di affrontare energicamente un problema o, ribaltando la chiave di lettura, di rovinare la vita di una persona perché pubblicamente processata dal passaparola. Con profonda soddisfazione devo ammettere che, i cittadini di Spirano, hanno saputo tempestivamente fare squadra fornendo attiva collaborazione pur rispettando la riservatezza delle informazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.