BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caldara fa tutto: difende, imposta, segna. Paloschi finisce ancora dietro la lavagna

Più informazioni su

BERISHA 6: Si annoia. Non basta per giustificarlo quando nel finale esce a vuoto.

KONKO 6: Si fa ammonire presto, al 26 ‘del primo tempo. Poi non rischia più nulla.

CALDARA 8: L’attacco del Pescara non lo infastidisce, così decide di diventare attaccante. Due colpi di testa fanno una traversa e la prima rete in serie A: niente male. Di testa le prende tutte lui, specie nel finale quando c’è da tornare a fare il difensore.

ZUKANOVIC 6: Schierato a sorpresa al posto di Masiello tenta di imitarlo di testa. Ci riesce per lui Caldara. Prestazione comunque sufficiente.

CONTI 6: Si diverte con tunnel e colpi di tacco. Ma su Caprari fatica a fare il difensore. Gasp ne prende atto e Gritti lo toglie per non correre rischi nel quarto d’ora finale.

MASIELLO 6: Dove Conti fatica ci pensa Masiello. E Caprari si spegne sotto la pioggia.

FREULER 7: Per lui il turn-over non vale. Una bella soddisfazione anche per Sartori. E’ il vero regista della squadra, anche se Gasperini ci fa credere che nei suoi schemi non è previsto. L’equilibrio che mostra la squadra è tutto merito suo.

KESSIE 7: Potente, ma anche preciso. Strapotere fisico che sul campo diventato pesante permette di mantenere costante possesso di palla. E le partite si vincono anche con questa superiorità.

GAGLIARDINI SV: Sette minuti al posto di Kessie e riesce a farsi ammonire.

DRAME’ 6: Oddo non è De Boer. Per Dramè spazi chiusi che gli impediscono le discese ammirate con l’Inter.

KURTIC 6.5: Infaticabile. Impossibile chiedergli anche lucidità. Decisivo nel 3-4-1-2 riveduto da Gasperini. Non può riposare.

PALOSCHI 5,5: L’ultima volta era stato schierato a Cagliari. Ci mette l’anima. Si vede più a rincorrere che a fare il bomber. Nessun tiro in porta e l’impressione che il gioco di Gasperini non lo aiuti. Se Napoli chiama ben venga per lui il mercato di gennaio.

GOMEZ 5.5: E’ un Papu timido. Vuoi per la scossa di terremoto, temo più per il campo pesante che non si addice al suo gioco. Gasperini decide di farlo riposare, lo toglie dopo pochi minuti della ripresa.

D’ALESSANDRO 6.5: Titolare d’estate, il nuovo corso di Gasperini lo ha relegato in panca soprattutto dopo lo sciagurato gol fallito nella gara con il Palermo. Sostituisce Papu Gomez e diventa imprendibile per i difensori del Pescara.

GRITTI 7: Quanto conta l’allenatore in seconda? Poca gloria se a decidere tutto è un tipetto tosto come Gasp. Gli rimane la vetrina del post partita nella quale dimostra la stessa tranquillità mostrata in panchina. La vittoria è anche sua.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.