BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Open day dei notai a Bergamo: con oltre 700 studenti per parlare di legalità foto

Il Consiglio Notarile della nostra città ha aderito all’iniziativa, tenuta in 16 Paesi europei e 87 città italiane, organizzando in occasione della “Giornata europea della giustizia civile organizzando incontri con gli studenti di 5 Istituti di Bergamo e Treviglio

Si è svolto martedì 25 ottobre a Bergamo l’Open day dei notai d’Europa, tenuto contestualmente in 16 Paesi europei e 87 città italiane, organizzato in occasione della “Giornata europea della giustizia civile”, istituita nel 2003 dalla Commissione Europea e dal Consiglio d’Europa per creare un momento di informazione e confronto tra operatori della giustizia e cittadini.

Il Consiglio Notarile di Bergamo ha aderito all’iniziativa organizzando nella mattinata incontri con gli studenti di 5 Istituti di Bergamo e Treviglio.

A generica

I consiglieri notai Maurizio Luraghi, Alberto Maria Ciambella, Rita Bosi, Sara Carioni, Elisabetta Tataranno, Fabrizio Pavoni, oltre ad altri notai del distretto, hanno incontrato complessivamente oltre 700 studenti, tra Bergamo (Collegio Vescovile Sant’Alessandro, Istituto Tecnico Commerciale e Turistico Statale Vittorio Emanuele II) e Treviglio (Istituto G. Oberdan, Istituto Salesiano Don Bosco, Istituto Facchetti). Hanno partecipato scuole secondarie di primo e secondo grado.

L’obiettivo dell’iniziativa è veicolare il concetto di legalità, far conoscere i principi del diritto italiano ed europeo e spiegare il ruolo che il notaio, pubblico ufficiale delegato dallo Stato, svolge in Italia e in Europa.

A generica

Maurizio Luraghi, Presidente del Consiglio Notarile di Bergamo: “Siamo davvero soddisfatti; abbiamo incontrato giovani curiosi, attenti e anche molto preparati. I giovani sono il futuro del nostro Paese ed è importante consegnare loro l’esperienza, la saggezza e il rispetto sia di quelle regole e di quei principi essenziali che stanno alla base della società civile, sia delle “regole giuridiche” che affondano nella nostra tradizione e nella nostra cultura giuridica, nella speranza che sappiano esserne degni difensori. E’ stata un’iniziativa di successo e, come Consiglio Notarile di Bergamo, ribadiamo la nostra disponibilità, ogni qual volta ve ne sia l’opportunità, di diffondere il concetto di legalità e il rispetto delle regole”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.