BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Orio, la protesta di sindaci e cittadini: “Meno voli e più attenzione alla nostra salute”

Sindaci, assessori e consiglieri regionali insieme alla gente per manifestare il proprio disagio e chiedere un limite preciso ai voli dal Caravaggio: "Non è una battaglia contro l'aeroporto ma non si può non tenere conto della salute dei cittadini".

“La salute non è tutto, ma senza la salute tutto è niente”: citando Arthur Schopenhauer undici sindaci e oltre 300 cittadini hanno sfilato sabato 22 ottobre fino alla torre di controllo dell’aeroporto di Orio al Serio per chiedere che venga imposto un limite certo dei voli, in particolare quelli notturni.

Oltre ai sindaci di Azzano San Paolo, Bagnatica, Bolgare, Brusaporto, Cavernago, Grassobbio, Grumello del Monte, Orio al Serio, Lallio, Seriate, Stezzano c’erano i comitati aeroportuali di Azzano, Bagnatica, Bergamo, Grassobbio, Orio, Seriate e Treviolo e gli assessori regionali Claudia Maria Terzi e Alessandro Sorte, accompagnati dalla consigliera di maggioranza Silvana Saita.

“Da sindaco di Seriate – ha spiegato Saita – ho lottato per la mia gente, viaggi a Roma, bandiere gialle, manifestazioni, incontri…il tempo passa e i problemi restano. Si bloccano le auto e il rumore e l’inquinamento atmosferico degli aerei? Non mi aspettavo tanta affluenza di gente perchè la manifestazione non è stata tanto pubblicizzata: questo dimostra però ancora di più quanto il problema sia sentito da chi abita attorno all’aeroporto”.

“Sia chiaro – ha precisato – che non ci stiamo battendo contro l’aeroporto che consideriamo un grande hub che dà lavoro a tantissime persone e una grandissima risorsa per il nostro territorio. Però al tempo stesso chiediamo maggiore vivibilità e attenzione alla salute della gente: vogliamo che ci sia un dialogo con Sacbo e si arrivi ad un accordo, con limiti precisi da stabilire soprattutto per la notte. Mi dispiace che qualcuno si sia dissociato dall’iniziativa dicendo che i sindaci si devono occupare di cose istituzionali: ma la tutela della salute dei cittadini non è forse una delle priorità? Un sindaco non si può esimere da questo ruolo”.

Su Facebook il sindaco di Azzano San Paolo Simona Pergreffi ha ribadito gli stessi concetti: “E’ stata una bella giornata. Sindaci,assessori, consiglieri regionali, provinciali e comunali, comitati e cittadini insieme per chiedere regole, rispetto delle normative e compatibilità ambientale dell’ aeroporto. Non era una manifestazione contro, ma per far sentire un disagio di una grande infrastruttura, certamente molto importante, ma che deve anche rispettare i territori più danneggiati. Mi dispiace per quei comuni che non sono venuti, per primo Bergamo, che hanno perso un’occasione per stare dalla parte dei cittadini. La manifestazione è stata, come avevamo annunciato, pacifica e rispettosa.Un grazie particolare a Claudia Maria Terzi e Alessandro Sorte per essere stati al nostro fianco”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.