BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al Carroponte conquista il premio Vite Colte dell’Espresso foto

L’importante riconoscimento è stato consegnato a Oscar Mazzoleni, patron e anima del locale, nella prestigiosa cornice della stazione Leopolda di Firenze.

Il 20 ottobre Al Carroponte di Bergamo ha ricevuto il premio Vite Colte de L’Espresso, attribuito alle migliori enotavole dell’anno presenti nella Guida I Ristoranti d’Italia 2017.

L’importante riconoscimento è stato consegnato a Oscar Mazzoleni, patron e anima del locale, nella prestigiosa cornice della Stazione Leopolda di Firenze.

“Questa è una grande soddisfazione per noi, ne siamo onorati e orgogliosi. Rappresenta uno stimolo a continuare sempre così, un riconoscimento di quanto fatto in questi due anni, che ci riempie di entusiasmo per il futuro”. Così Oscar Mazzoleni, visibilmente emozionato, ha commentato la scelta de L’Espresso.

Due anni fa il suo progetto di investire in un locale tutto suo, su una piazza già satura di offerte variegate e di qualità come quella di Bergamo, era sembrato a molti un azzardo. Invece la formula e la filosofia di Al Carroponte si sono rivelate vincenti: una fascia oraria di apertura molto ampia, da pranzo a oltre la mezzanotte, per aperitivi informali accompagnati da deliziosi finger food,  pranzi o cene golose, appuntamenti importanti oppure sfiziosi dopocena.

Tante diverse proposte che si concretizzano anche in tre diversi spazi tra cui scegliere tra wine bar, enoteca o ristorante vero e proprio, oltre al suggestivo dehors estivo.

Essere una delle migliori enotavole dell’anno per Mazzoleni significa “offrire non solo una cucina di qualità, attenta alle materie prime e ai dettagli senza eccessivi formalismi, ma anche poter scegliere la bottiglia o il calice da abbinare al piatto all’interno di una carta dei vini ricca di proposte importanti, che oggi si avvicinano al migliaio”. D’altronde Mazzoleni è un sommelier titolato, che a dispetto della giovane età vanta un’esperienza ventennale in realtà di grande rilievo.

Mazzoleni non vive però il premio attribuitogli da L’Espresso come un riconoscimento al singolo, ma come “risultato del lavoro di squadra, perché lo staff è il cuore pulsante del locale. Questo premio ripaga della tanta fatica e determinazione di ognuno di noi ed è naturalmente uno stimolo a continuare sempre così, con tanto entusiasmo per il futuro e nuovi progetti in testa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.