BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Arcigay: “Unioni civili nello sgabuzzino? Il sindaco di Stezzano si dimetta”

Marco Arlati, presidente di Arcigay Bergamo Cives, interviene sulla decisione del Comune di Stezzano di non concedere il salone per le cerimonie alle Unioni Civili.

Arcigay Bergamo Cives rimane colpita e amareggiata dalla totale mancanza di rispetto della democrazia che vede tutti i cittadini eguali davanti alla legge e alla società, anche i cittadini di Stezzano nell’avere una cerimonia come tutti gli altri.

Ancora una volta i sindaci leghisti (solo alcuni) vogliono fare campagna politica sulla pelle e sulla vita delle persone gay e lesbiche. È inammissibile che il sindaco Elena Poma prenda scuse assurde per non far celebrare le unioni civili nella sala delle cerimonie.
Se non è capace di fare il suo lavoro Arcigay Bergamo Cives la invita a dare le dimissioni, Stezzano merita un sindaco che sappia fare il suo lavoro e onori la fascia che indossa. Non risulta che in questi mesi il sindaco Poma abbia mai fatto differenza nel riscuotere le tasse comunali tra i cittadini gay ed etero, quindi pretendiamo che i cittadini di Stezzano abbiano lo stesso rispetto.

Inoltre, visto che domenica si è svolto il congresso provinciale della Lega nord di Bergamo, Invitiamo Daniele Belotti a richiamare tutti i sindaci leghisti bergamaschi che non svolgono i loro compiti. Nel caso avesse dubbi Arcigay resta a disposizione per dare delucidazioni sulla legge Cirinnà e sul rispetto dei cittadini bergamaschi, indipendentemente dal loro orientamento sessuale. Con tutti i gay che sono presenti nella lega di Bergamo, sia come semplici militanti, sia in posizioni dirigenziali, mi stupisco di come non intervengano per bloccare queste situazioni assurde, che sono degli insulti alle loro stessa persona.

Marco Arlati
Presidente Arcigay Bergamo Cives

Arcigay Bergamo Cives

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.