BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Modificata la delibera per il cimitero islamico, Belotti e Ribolla: “Altri regali ai musulmani”

Alberto Ribolla: "È stato tolto il vincolo che limitava la sepoltura agli islamici residenti in città ed hinterland, facendo diventare così il cimitero di Colognola un hub mortuario per tutti i musulmani della provincia".

“Ci mancavano solo la modifica alla convenzione del cimitero islamico di Colognola: il sindaco Giorgio Abdul El Gorì e il suo muezzin, assessore all’islam, Giacomo Mustafà Angeloni, – dichiara Daniele Belotti, segretario provinciale della Lega Nord di Bergamo – per l’ennesima volta confermano la loro subalternità e accondiscendenza verso i seguaci di Allah”.

Nella giunta di venerdì scorso, infatti, sono state approvate delle novità alla “Costituzione del diritto di superficie dell’area cimiteriale di via per Azzano”.

“In pratica – spiega Alberto Ribolla, capogruppo consiliare della Lega Nord a PalaFrizzoni – è stato tolto il vincolo che limitava la sepoltura agli islamici residenti in città ed hinterland, facendo diventare così il cimitero di Colognola un hub mortuario per tutti i musulmani della provincia, ma non solo visto che non vengono posti limiti. L’ennesimo favore concesso dal sindaco imam, visto che un normale cittadino cristiano, non può scegliersi il cimitero a piacimento: per il riposo eterno o vai nel camposanto del comune dove risiedi, o in quello dove sei nato o da dove è originaria la tua famiglia”.

“Avanti c’è posto, pare essere lo slogan della giunta filoislamica di El Gorì – ribadisce Daniele Belotti -: per non irritare i barbuti musulmani, la sinistra buonista ha perfino regalato loro le spese di custodia, assicurazione, manutenzione e pulizia dell’area, oltre che di inumazione che prima erano espressamente previste a carico del concessionario, ovvero il Centro Culturale Islamico. Tutti regali a carico della comunità di Bergamo, quindi da quelli che vengono considerati gli “infedeli” cristiani”.

“Un’altra modifica che fa capire quanto Palafrizzoni sia ormai piegato e succube della volontà di Allah – continua Alberto Ribolla – è la cancellazione dell’articolo che prevedeva “Come per le altre strutture cimiteriali, l’accesso all’area data in concessione sarà in ogni momento consentito al personale comunale, dell’ASL, dell’ARPA, dell’Autorità Giudiziaria”. Vuol dire che i tecnici Asl o agenti di Polizia locale o di Polizia Giudiziaria per fare un controllo devono chiedere il permesso all’imam di via Cenisio? Allucinante! Infine, ma ancor più importante perché riguarda le casse comunali, viene cancellato totalmente l’articolo relativo alle spese che il Centro Culturale Islamico avrebbe dovuto sostenere: saranno quindi tutte a carico dei cittadini bergamaschi!”.

Alla luce della profonda e violenta spaccatura nella comunità islamica, sorge però un dubbio: “Non è che dopo aver chiesto due moschee ora i musulmani chiederanno anche due cimiteri?” è la domanda che si pongono Belotti e Ribolla. “Anche perché – continuano il segretario provinciale e il capogruppo leghista a Palafrizzoni – la convenzione è intestata al Centro Culturale Islamico che, abbiamo visto, rappresenta solo una parte, e forse pure minoritaria, della variegata comunità musulmana di Bergamo. La Lega non è disposta, per accontentare le voglie buoniste e masochiste della maggioranza radical chic, a far diventare la nostra città una succursale de La Mecca o Islamabad. Presenteremo quindi in Consiglio comunale un’interrogazione urgente e un ordine del giorno per bloccare questa ennesima vergognoso favoritismo pagato dai contribuenti bergamaschi agli amici barbuti di El Gorì e del suo muezzin Angeloni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.