BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, al via i lavori per la ciclo-pedonale dell’ospedale: come cambia la viabilità

Scattano in via Martin Luther King i lavori per sistemare la roggia che costeggia la strada e portare la pista ciclo-pedonale dall’ospedale fino al passaggio a livello adiacente all’area della motorizzazione civile

Un cantiere di grande interesse sta per partire in città: dal 24 ottobre scattano in via Martin Luther King i lavori per sistemare la roggia che costeggia la strada e portare finalmente la pista ciclo-pedonale dall’ospedale (nella foto la stazione di bikesharing inaugurata a dicembre 2015, ndr) fino al passaggio a livello adiacente all’area della motorizzazione civile. L’intervento rientra nell’ambito del piano sulla sicurezza delle strade e dei marciapiedi di molti quartieri cittadini, un progetto di oltre 2 milioni di euro che negli scorsi mesi ha già trovato attuazione, tra le altre, in via Borgo Palazzo, in via Tremana, in via Carnovali e via Corridoni.

Scendendo nel dettaglio, il progetto prevede la realizzazione di un nuovo muro di sostegno della strada oltre al consolidamento delle sponde della roggia che costeggia via King. La nuova pista ciclo-pedonale sarà realizzata tra il passaggio a livello ferroviario e la rotatoria che conduce all’Ospedale Papa Giovanni XXIII; si completa così l’esistente pista ciclo-pedonale che dalla rotatoria si estende a sud fino all’intersezione con la via Cavalli, nel quartiere del Villaggio degli Sposi.

I lavori forniscono anche l’occasione per il totale e completo rifacimento dell’impianto di illuminazione pubblica, che sarà realizzato con tecnologia a Led. In città ormai il 95% delle lampade sono state sostituite con i Led, generando benefici non solo da un punto di vista economico, con un evidente risparmio per quello che riguarda il consumo di corrente elettrica e la manutenzione, ma anche da un punto di vista ambientale, grazie a una notevole riduzione delle emissioni di CO2.

L’intervento è di notevole importanza, non solo per il miglioramento della mobilità dolce che conduce all’Ospedale Giovanni XXIII, presso il quale recentemente è stata inaugurata anche una stazione del bike-sharing cittadino, ma anche per quello che riguarda la regimentazione delle acque nell’area: attualmente infatti non esiste una sponda lungo un ampio tratto di roggia sulla via King e la sponda sinistra presenta diversi segni di erosione e di dissesto. Il corso d’acqua è gestito dal Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca: la sua portata è solitamente piuttosto limitata, ma durante gli eventi atmosferici aumenta sensibilmente. Questo è dovuto alla presenza di due regolatori di pressione dell’acqua delle fognature provenienti da Longuelo e dalla zona Carducci. L’intervento dovrebbe migliorare il flusso delle acque in direzione della zona del Parco della Trucca e del Villaggio degli Sposi.

Il valore dell’intervento è di circa 630mila euro ed è stato aggiudicato alla COFAR Srl di Castelnovo Né Monti, in provincia di Reggio Emilia. I lavori avranno durata di circa 5 mesi e si concluderanno intorno alla metà di marzo 2017. Nel frattempo la Polizia Locale del Comune di Bergamo ha emesso un’ordinanza che limita il traffico dei veicoli per consentire lo svolgimento dei lavori.

Su via Martin Luther King, nel tratto compreso tra la rotatoria di svincolo all’Ospedale Papa Giovanni XXIII e il passaggio a livello è previsto il senso unico di marcia in direzione del centro cittadino, mentre la via sarà strada a fondo chiuso in corrispondenza del passaggio a livello per tutti coloro che provengono dalla Motorizzazione Civile. Tutti gli automobilisti che provengono da Treviolo e Curnasco potranno raggiungere la rotatoria d’imbocco all’Ospedale Giovanni XXIII e proseguire in direzione della città.

“Questo intervento – sottolinea Marco Brembilla – oltre a mettere in sicurezza l’argine del canale, gravemente dissestato, ci consente al tempo stesso di realizzare il marciapiede e la pista ciclabile oggi inesistenti. L’attuale situazione costringe i familiari dei degenti dell’Ospedale ad utilizzare il marciapiede sul lato sinistro, attraversando due volte la strada. Questo tratto di pista ciclabile, unitamente ai lavori che verranno presto realizzati anche in via Zanica, rientra nella filosofia di fondo di questa Amministrazione di mettere in sicurezza pedoni e ciclisti.”

“La pista ciclopedonale – sottolinea l’Assessore alla mobilità Stefano Zenoni – serve a mettere in sicurezza il marciapiede sul percorso che dall’Auchan arriva fino all’ospedale, in attesa che arrivi il previsto sottopasso ciclopedonale previsto come standard qualitativo del polo ricettivo della Trucca, piano attuativo adottato dalla precedente Amministrazione e approvato dalla attuale. Il percorso consente un miglioramento del collegamento anche tra le due stazioni di bike sharing realizzate recentemente, ovvero quelle dell’Auchan e dell’Ospedale, garantendo anche un’alternativa alla mobilità verso la città provenendo dal Villaggio degli Sposi”.

LA MAPPA

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.