BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Promossa tutta la difesa, Freuler, Toloi e Conti tra i più positivi

Più informazioni su

BERISHA 7: Non sempre bello a vedersi, ma efficace. Quello che conta. Specie nel secondo tempo quando la Fiorentina diventa pericolosa.

TOLOI 7,5: Firenze città d’arte, Toloi ne recupera l’eleganza in qualche disimpegno. Ma quando c’è da difendere non si nasconde. Tra i migliori.

CALDARA 5,5: Ammonito già all’8’. Non si scompone. Lo fa per lui Gasperini che non ci pensa due volte a sostituirlo (anche se poi lo attribuisce all’influenza) con un redivivo Stendardo e non con Zukanovic. Un’altra dimostrazione di un Gasperini più accomodante. E non andrei oltre.

STENDARDO 6: Entra a sorpresa all’inizio del secondo tempo al posto di Caldara. Esperienza e grinta non gli mancano. Con lui centrale la fase difensiva non regala nulla all’attacco viola.

MASIELLO 6,5: Si vede poco. Non sbaglia mai. Contribuisce a mantenere la rete inviolata. Ed è la seconda volta consecutiva. Berisha ringrazia.

CONTI 7,5: Sta mettendosi il vestito giusto per la serie maggiore. Le sue discese spaccano la linea difensiva viola. Nel secondo tempo si limita e questo è segno di maturità. Meglio non rischiare, perfino Gasperini non lo riprende.

KESSIE 6,5: Egoista, cerca il gol da posizione impossibile. Non ripete altre stupidaggini giovanili, mantiene spesso la posizione per non lasciare scoperta la linea difensiva.

FREULER 7: In questo momento è lui il titolare. Bye bye Grassi, non dico anche Gagliardini che non parte titolare ma finisce per entrare. A riprova che la linea ultra giovane va bene quando serve. Altrimenti gioca lo svizzero che di anni ne ha 24 e non trenta. Annulla Sanchez ed evita di fare il regista perché Gasp non vuole.

DRAMÉ 6,5: Aggressivo contra natura nel primo tempo su Bernardeschi. Lo limita e riesce anche ad essere pericoloso. Rischia il secondo giallo nel secondo tempo per un fallo su Borja Valero.

KURTIC 6,5: Astori gli nega il gol al 25’, salvando sulla linea. Ci riprova all’inizio ripresa ma di testa schiaccia troppo. Fa con disinvoltura le due fasi. Quando molla un poco Gasperini non perdona e lo toglie. Perché deve fare entrare Gagliardini.

GAGLIARDINI 6: Venti minuti finali a fare legna, prendendosi pure un giallo. Quando serve ci vuole.

PETAGNA 6,5: Non gli arrivano molte palle giocabili. Allora si mette lui a distribuirle e non è proprio male. Quando la squadra deve salire lui c’è sempre. È l’attaccante giusto per il gioco di Gasperini.

GOMEZ 6,5: Cala solo nel finale. I difensori i viola respirano. E meno male per loro che il Papu non sempre ha tenuto continuità nell’affondo.

GASPERINI 7: Si è fatto più accorto. Anche nelle dichiarazioni, non più fuori misura. Facile quando la prestazione e il risultato è dalla tua parte. Non lo ammetterà mai. Tre dietro ma molto più protetti da Conti e Dramè hanno dato più sicurezza ai centrali. L’Atalanta ha qualcosa di più rispetto alla Fiorentina nell’organizzazione di gioco. Se il pubblico viola fischia la squadra il merito è dell’Atalanta. Giusto riconoscerlo all’allenatore, anche alla società che lo ha difeso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.