BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Start Cup Bergamo, si premiano le idee per il futuro: vincono Andrea Daminelli e Giacomo Zenoni

Nell’ambito della XIV edizione di BergamoScienza si è svolta mercoledì 5 ottobre 2016 nell’Aula Magna dell’Università di Bergamo Campus Sant’Agostino di Bergamo l’evento finale di “Start Cup Bergamo”, la business plan competition che premia le migliori proposte di imprenditoria giovanile, giunta quest’anno alla 7° edizione.

La Giuria tecnica ha decretato i progetti vincitori di questa edizione.
Primo classificato: DazePlug di Giacomo Zenoni (UNIBG) e di Andrea Daminelli (UNIBG) un dispositivo di ricarica per vetture elettriche che, una volta posizionato in un garage, automatizza completamente il processo di ricarica del veicolo elettrico.

Secondo classificato: Tropico dei Colli di Giulia Serafini. La startup propone agli agricoltori di coltivare piante da frutto esotiche naturalmente adatte a produrre nel nostro territorio. Piante che con ridotta manodopera producono frutti dall’alto valore aggiunto, anche biologico. È già possibile visitare l’impianto sperimentale a Bergamo, per conoscere le piante e i frutti da vicino.

Terzo classificato: SmokyFiber di Giorgia Carissimi (UNIBG). L’unico progetto attualmente in circolazione che si propone di combinare la raccolta di un rifiuto altamente inquinante e dannoso per l’ambiente, come i mozziconi di sigaretta, e il riutilizzo dello stesso con il duplice scopo di ottenere energia e un materiale ad alte prestazioni tecniche.

I premi consistono rispettivamente in: un periodo di accelerazione dell’idea imprenditoriale presso il polo di innovazione tecnologica dell’Università di Cambridge (primo classificato, premiato da Luca Gotti Banca Popolare di Bergamo); attività di accompagnamento imprenditoriale per lo sviluppo del proprio business presso Confindustria Bergamo (secondo classificato, premiato da Marco Manzoni, Presidente Gruppo Giovani Confindustria Bergamo); attività di accompagnamento imprenditoriale per lo sviluppo del proprio business presso Bergamo Sviluppo (terzo classificato, premiato da Cristiano Arrigoni, Bergamo Sviluppo).

L’iniziativa, che ha coinvolto in questa fase finale sedici team di aspiranti imprenditori, la maggior parte dei quali under 30, ha evidenziato i migliori progetti d’impresa volti a valorizzare lo sviluppo economico e culturale della società.

I progetti sono stati valutati in due sessioni, la prima, a porte chiuse, da una Giuria Tecnica guidata da tre personalità di riferimento del mondo dell’innovazione: Luca Grilli (Dipartimento di Ingegneria Gestionale, Politecnico di Milano), Gabriele Grecchi (Co-Founder & CEO, Silk Biomaterials e Consultant Z-Cube Research Ventures – Zambon Group) e Arcangelo Rociola, (Giornalista di CheFuturo e Coordinatore Startupitalia).

La Giuria tecnica: Mauro Baio (Ente Fiera Promoberg), Damiano Airoldi (Magnetic Media Network), Sirio Vurro (Alfa Ventures), Sergio Baragetti (Centro GITT, Università degli Studi di Bergamo), Angelo Gargantini (Dipartimento IGIP, Università degli Studi di Bergamo), Giacomo Angeloni (Comune di Bergamo), Lucio Cassia (Centro CYFE, Università degli Studi di Bergamo), Caterina Rizzi (Dipartimento IGIP, Università degli Studi di Bergamo), Sergio Cavalieri (Prorettore Delegato al Trasferimento tecnologico, Innovazione e Valorizzazione della Ricerca, Università degli Studi di Bergamo), Cristiana Cattaneo (Dipartimento di Scienze Aziendali, Economiche e Metodi Quantitativi, Università degli Studi di Bergamo e LUBERG), Enrico Valtolina (Bticino Legrand) e Marcello Persico (Persico SpA).

Da questa prima sessione sono emersi i 6 migliori progetti, ai quali si è aggiunta l’idea di business più votata sul web, una delle novità di Start Cup Bergamo 2016.
I progetti selezionati hanno presentato la propria idea di startup, secondo la modalità dell’elevator pitch, davanti ad una platea ed una giuria più estesa, alla presenza di imprenditori, profili accademici e investitori.

Oltra alla Giuria tecnica della prima fase, si sono aggiunti per la seconda fase: Luca Ungarelli (035 Investimenti), Marco Pirovano (PolentOne), Patrizia Graziani (Provveditore agli Studi di Bergamo), Claudio Giardini (Direttore Scuola di Ingegneria, Università degli Studi di Bergamo), Flaminia Nicora (Centro CYFE, Università degli Studi di Bergamo), Marco Manzoni (Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo), Carolina Carlotti (Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo), Luca Gotti (UBI Banca Popolare di Bergamo), Vincenzo Algeri (UBI Banca Popolare di Bergamo), Paolo Carminati (Bergamo Sviluppo), Enrico Eterno (Jacobacci & Partners), Mario Bonelli (RES – Research for Enterprise Systems srl), Rino Adamo (RES – Research for Enterprise Systems srl), Umberto Corrado (BergamoScienza), Matteo Ferretti (Talent Garden Bergamo), Bruno Locatelli (Unica Point), Luca Ungarelli (035 Investimenti), Francesco Cassese (Fondazione Alamo).

Start Cup Bergamo è la business plan competition dell’Università degli Studi di Bergamo, giunta alla 6° edizione, che supporta gli aspiranti imprenditori bergamaschi nel rendere concreta la loro idea di impresa. Anche quest’anno l’Università degli Studi di Bergamo si classifica al primo posto in Lombardia per il numero di progetti partecipanti a Start Cup. La finale regionale e quella nazionale si terranno rispettiamente a Milano il 18 ottobre e a Modena il 1-2 Dicembre.

Particolarmente soddisfatto Lucio Cassia, presidente del Center for Young and Family Enterprise (CYFE): “Ci colpisce in modo particolare l’efficacia della sinergia fra le start-up dei nostri giovani e le imprese del territorio; innovative e ambiziose le prime, solide e capaci di fornire un supporto concreto e ad alto valore aggiunto le seconde. Abbiamo iniziato in questi due anni una sperimentazione che si è rivelata di successo, e si propone di allargare l’enclave di imprese locali che adottano start-up e sviluppano innovazione anche grazie ad esse”.

UBI Banca Popolare di Bergamo rafforza con l’Università degli Studi di Bergamo la sinergia in tema di start up, offrendo alle migliori idee in gara l’accesso ad un finanziamento pensato appositamente per sostenere i primi passi delle nuove imprese.

Osvaldo Ranica, Direttore Generale di UBI Banca Popolare di Bergamo: “Particolare interesse rivolge la nostra Banca da alcuni anni ai progetti che l’Università promuove al fine di diffondere la cultura imprenditoriale sul territorio, rivitalizzare l’economia locale con nuove iniziative, convogliare lo spirito imprenditoriale di studenti ed ex studenti, consentendo loro di impostare, sviluppare e potenzialmente realizzare idee di impresa innovative, in sinergia con le principali istituzioni del territorio. Tra queste riveste carattere di particolare rilievo Start Cup Bergamo, contest riservato ad idee di start up con forte connotazione innovativa, capace di coinvolgere un numero sempre maggiore di aspiranti imprenditori, un’iniziativa che ci permette ancora una volta di essere al fianco dei giovani e delle loro idee proiettate nel futuro.”

“BergamoScienza è da sempre interessata a ciò che ruota attorno all’innovazione – dichiara Umberto Corrado, Segretario Generale di BergamoScienza. Il nostro legame con i temi dello startup d’impresa ha ormai radici solide: BergamoScienza sostiene e partecipa sin dalla prima edizione alla Start CUP Bergamo e decine di giovani sono stati supportati nel generare idee d’impresa innovative e nel trasformarle in start up. Consideriamo importante contribuire ad offrire al territorio e ai più giovani, in particolare, opportunità di crescita e di sviluppo”.

“I Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo – dichiara Marco Manzoni, presidente Gruppo Giovani Confindustria Bregamo – sono a fianco dei giovani bergamaschi per stimolare l’imprenditività al fine di creare nuova economia per il territorio. L’obiettivo è di supportare Start Cup per offrire l’esperienza imprenditoriale vissuta direttamente sul campo dai Giovani Imprenditori, i partecipanti sono così accompagnati alla consapevolezza del ruolo e dell’essere imprenditore.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.