BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Lega Nord sollecita Matteo Rossi: “Si è dimenticato della Tangenziale Sud?”

Più informazioni su

Il gruppo consigliare della Lega Nord, con i confermati Gianfranco Masper e Giorgio Valoti e i neoeletti Andrea Capelletti e Santo Giuseppe Minetti, ha presentato un’interrogazione al presidente della Provincia di Bergamo Matteo Rossi riguardante la realizzazione della Treviolo-Villa d’Almè.

Un caso sollevato il due ottobre da una lettera inviata, sempre a Rossi, dai sindaci di Almè, San Giovanni Bianco, San Pellegrino Terme, Villa d’Almè e Zogno che, parlando a nome di altri 48 primi cittadini della Valle Brembana, avevano sollecitato un incontro sul tema, già richiesto il 18 marzo.

“In considerazione degli abissali ritardi registratisi nella progettazione/realizzazione degli interventi a fronte della fondamentale importanza che le opere rivestono per lo sviluppo del territorio – scrivevano i sindaci – si chiede che venga indetto, con cortese urgenza, un incontro al fine di conoscere con la necessaria chiarezza tempi e modalità con le quali si intendono portare avanti la progettazione e il completamento della tangenziale sud di Bergamo nei due lotti Villa d’Almè-Paladina e Paladina-Treviolo”.

Ora il sollecito, “snobbato dal presidente” secondo il Carroccio, è diventato un’interrogazione formale, con la Lega che chiede conto a Matteo Rossi dei “motivi che l’hanno portata a ignorare per così lungo tempo tale richiesta provocando la giusta reazione indignata di tutti gli amministratori firmatari”.

In particolare i consiglieri provinciali del Carroccio si sono soffermati sul tratto Treviolo-Paladina chiedendo se sia “intenzione della Provincia portare a termine il progetto del tratto così come risulta da progetto appaltato alla Fabiani Spa, ovvero se intende modificarlo, così come richiesto dai sindaci di Paladina, Valbrembo e Mozzo a tempo scaduto”.

Ma la richiesta di chiarimento ha riguardato anche la Paladina-Villa d’Almè, interrogandosi “se corrisponde al vero l’affermazione del sindaco di San Pellegrino Terme che la progettazione del tratto è stata assegnata 3 anni fa con gara alla società Pro Iter di Milano senza che questa, peraltro, abbia dato seguito all’incarico”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.