BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuova ztl in città alta, nel primo weekend 552 multe: valgono almeno 31mila euro

Nel primo weekend di attivazione dei varchi elettronici in città alta sono state comminate ben 552 multe: nelle casse comunali entreranno da un minimo di 31.464 euro fino a un massimo di 44.712.

Cinquecentocinquantadue multe in tre giorni: tante sono le sanzioni comminate nel primo weekend di attivazione dei varchi elettronici in città alta, quelli posti in via Pelabrocco, viale Vittorio Emanuele II, via Sant’Alessandro, via Cucchi, via Castagneta, via Borgo Canale, via Pascolo dei tedeschi e via Maironi da Ponte.

Tra il 16 e il 18 settembre, infatti, gli automobilisti indisciplinati non si sono fatti intimidire dai pannelli luminosi che avvertivano del varco attivo e, approfittando dell’assenza dei vigili, pensavano di averla fatta franca: e invece tra poco si vedranno recapitare a casa multe da 81 euro, con la possibilità di pagarne solamente 57 se saldate entro 5 giorni dalla notifica.

Basta fare un rapido calcolo per capire che al Comune quei tre giorni sono valsi da un minimo di 31.464 euro, qualora tutti gli automobilisti pagassero in misura ridotta, a un massimo di 44.712 euro.

Le maggiori violazioni sono arrivate dalla porta principale di città alta, ovvero viale Vittorio Emanuele: nel primo giorno di Ztl, venerdì 16 settembre, su 121 infrazioni ben 88 sono state rilevate dal varco di fronte alla funicolare bassa, sabato 127 su 167 e domenica 185 su 264. Complessivamente da viale Vittorio Emanuele sono passati abusivamente 397 veicoli sui 552 multati. Via Maironi da Ponte e via Sant’Alessandro le altre due porte d’accesso più utilizzate.

Record? Quasi, perchè dagli stessi varchi alla prima attivazione passavano in media circa 300 automobilisti abusivi al giorno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il polemico

    proprio vero, i divieti stradali in qualsiasi parte d’italia,rimpinguano sempre le varie casse comunali.se mancano soldi,si mette un limite assurdo con velox,oppure si fa una ztl e il gioco è fatto.a bollate in provincia di milano,si fa una vastissima ztl dove sencodo le previsioni di dovevano incassare 450 mila euro in 2 anni,invece si è raccolto 1 milione in 1 settimana,con un funzionamento di 2 ore al giorno