BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Petagna è l’uomo della provvidenza, super debutto per Gagliardini e Caldara

Più informazioni su

BERISHA 7,5: Salva più volte il risultato e, soprattutto, trasmette sicurezza al reparto. La telenovela non l’ha creata lui. E’ venuto per giocare e ci riesce bene. Tutti contenti, Sportiello a parte. Anche Lotito che passerà alla cassa.

TOLOI 7: Non sbaglia quasi niente. Non prova vergogna con rinvii da oratorio. Quando vinci è gioco anche questo e Toloi non si lascia intimorire.

CALDARA 7: Non soffre Milik, quindi è un buon esordio anchè perché inaspettato. Non per Gasperini che nello spogliatoio si fida più dei giovani che dei vecchi. Questa l’informativa che ha dato alla società.

MASIELLO 6: Ancora impiegato a sinistra. Questa volta per proteggere l’esordio di Caldara proposto come centrale. Qualche svarione. L’ultimo, bucando il rinvio allo scadere del recupero, non lascia tracce nel risultato e nei deboli di cuore. Ed è la cosa più importante.

DRAME’ 6: Fino alla mezz’ora da brivido. La traversa che colpisce poco dopo lo rimette in linea con il resto della squadra.

CONTI 6,5: Questa volta è reattivo anche dietro. Non si lascia intimorire nemmeno dalle finte di Insigne, aiutato da Toloi.

GAGLIARDINI 8: Chi ha detto che Gasperini gioca senza regista? Molto difensivo, limita HamsIk. E’ lui la vera sorpresa della giornata. Si comporta da veterano quando decide di rallentare le giocate per evitare le ripartenze del Napoli.

PESIC 6: Entra per Gagliardini quando manca un quarto d’ora. Una mossa di Gasperini che corregge la sostituzione di Petagna con Grassi che aveva arretrato il baricentro della squadra. Gasperini se potesse se lo mangerebbe quando non aggredisce i difensori del Napoli che salgono. Una bocciatura per Paloschi, il suo ingresso. Ci darà una mano quando troverà la condizione fisica.

FREULER 7: Tiene ancora fuori Grassi. Costringe Jorginho a girare largo. Merita il posto da titolare. Nessuno gli regala niente.

GRASSI 6: Se non riesce a partire titolare un motivo ci sarà. Dal 65’al posto di Petagna, non può imitarlo in zona gol e si vede quando manca il possibile raddoppio. Molto utile in fase difensiva.

KURTIC 6,5: Copre più ruoli. Tanta corsa a scapito della precisione. Gasperini vuole questo e questa volta è convincente.

D’ALESSANDRO 6: Entra per concedere al Papu la standing ovation. Tiene più volte palla per fare rifiatare i compagni.

PETAGNA 8: Il gol è fortunoso. Ma lui ha il merito di esserci sempre. E’ un altro giocatore rispetto a quello arrivato a Bergamo, ed è merito di Gasperini. Anche di Sartori che lo ha scovato ad Ascoli dove non giocava.

GOMEZ 8: Hysaj lo sta ancora cercando. Nessuno ha il coraggio di dirgli che la squadra è già sbarcata a Capodichino e lui cerca ancora il Papu. Di nuovo il Gomez a cui siamo abituati.

GASPERINI 8: Se l’Atalanta è questa una domanda è ovvia: perché non prima? E’ più attaccante di Petagna, Pinilla e Paloschi quando non rinuncia a prendersela con qualche collega. Anche dopo una vittoria. Ma, questa volta, ha ragione lui. “Aspettative eccessive, e lo spogliatoio lo fanno i risultati” sono le sue precisazioni. Di fatto riduce una rosa ben presto reclamata troppo numerosa diffondendo le epidemie di mal di schiena e di mal di pancia. Tocca a Pinilla e Stendardo, quanto già successo a Sportiello. Restiamo convinti che se prendi uno come lui devi dargli il tempo, oltre che marcarlo stretto per limitare le sue dichiarazioni. Sarà un anno intenso, senza pericolo di annoiarsi. Teniamoci questa vittoria mentre per Gasperini la sosta viene a proposito. Il suo calcio ha bisogno di tempi di apprendimento. Lui questa vittoria la legge alla sua maniera: “Rasserena anche l’ambiente della critica, che esagera un poco”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.