BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

DoReDrink, incontro con i registi dell’opera “Olivo e Pasquale”

Terzo appuntamento del 2016 con DoReDrink, occasione conviviale della Donizetti Revolution a Bergamo promossa dalla Fondazione Donizetti per condividere con la città idee, spunti, informazioni e suggestioni sulla stagione lirica e sul Donizetti Opera, primo festival interamente dedicato al compositore bergamasco che si svolgerà dal 23 novembre al 4 dicembre e che punta a essere il più importante evento musicale internazionale della città.

Lunedì 3 ottobre, alle 18.30, appuntamento al Magus di via Camozzi 144 per approfondire la conoscenza dell’opera “Olivo e Pasquale” attraverso una conversazione di Floriana Tessitore con Ugo Giacomazzi e Luigi Di Gangi (“operAlchemica”), registi già noti e apprezzati a Bergamo per aver realizzato Donizetti Alive alla Domus Magna in Città Alta nel 2015 e nel 2016. Saranno loro a firmare lo spettacolo del titolo buffo donizettiano che andrà in scena a ottobre e a novembre al Teatro Sociale, con un progetto innovativo che ha coinvolto diverse istituzioni di formazione del territorio e che sarà illustrato durante questa iniziativa organizzata in collaborazione con Magus – Arte, Cultura, Cibo, nuova realtà associativa bergamasca, impegnata nell’organizzazione di molteplici attività dedicate al benessere personale – dalla cultura del mangiar sano ai corsi di yoga, pilates e teatro a conferenze, mostre, proiezioni etc – aperto per DoReDrink anche ai non soci.

Sarà inoltre un appuntamento importante anche per i docenti delle scuole che desiderano maggiori informazioni e approfondimenti sui progetti dedicati agli studenti e ne potranno parlare con Livio Aragona della Fondazione Donizetti.

DoReDrink da Magus sarà quindi un’occasione unica e informale per conoscere chi ha ideato lo spettacolo, scambiare opinioni con gli altri presenti, fare domande, scoprire le nuove iniziative che arricchiscono la programmazione dei prossimi mesi, oltre che per conoscere un nuova realtà cittadina come Magus, luogo di ritrovo e aggregazione fruibile e vitale.

La stagione 2016 della Fondazione Donizetti, firmata da Francesco Micheli è dedicata a Gianandrea Gavazzeni nel ventennale della scomparsa. Sempre più vicini gli spettacoli in programma: il 18 ottobre, fuori abbonamento, appuntamento imperdibile con Les ballets Trockadero de Monte Carlo, la celebre compagnia maschile di danza classica che proporrà a Bergamo i maggiori successi del suo repertorio, fra grandi abilità tecniche accademiche e irresistibile ironia.
Quindi il debutto, il 28 ottobre al Teatro Sociale dell’opera buffa Olivo e Pasquale, primo dei due titoli donizettiani in programma; a seguire Turandot di Puccini e l’attesissima prima moderna in forma scenica di Rosmonda d’Inghilterra di Donizetti; a dicembre La traviata di Verdi; tre i concerti, quello della Filarmonica del Festival pianistico diretta da Pier Carlo Orizio, quello di Riccardo Muti con l’Orchestra Cherubino e quello del baritono Leo Nucci; in chiusura l’appuntamento natalizio di danza con Lo schiaccianoci.

Gli abbonamenti e i biglietti sono in vendita on line sul sito www.vivaticket.it e presso la biglietteria del Teatro Donizetti, il costo varia da un minimo di euro 60 a un massimo di euro 295.

La biglietteria del Teatro Donizetti è aperta con il seguente orario: da martedì a sabato dalle ore 13 alle ore 20. Telefono 035.4160601/602/603.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.