BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Aido di Zogno compie 40 anni: 650 iscritti e 24 donatori

Il 30 settembre e il 1° ottobre, nei giorni nazionali A.I.D.O., si celebra il 40esimo anniversario della fondazione della sezione di Zogno dell’Associazione Italiana per la Donazione di Organi Tessuti e Cellule.

La presidente del gruppo Eugenia Bianchi ci ha raccontato la genesi della sezione zognese, che ha mosso i primi passi nel novembre del 1971 con la fondazione dell’Associazione DOB, Donatori Organi Bergamo: grazie a numerosi articoli sui giornali la notizia si diffonde rapidamente dando il via a migliaia di adesioni provenienti da ogni parte d’Italia. L’associazione, nata con una valenza provinciale, ritiene necessario modificare la sua denominazione e struttura da DOB in AIDO nel 1973.

Il 9 giugno 1976 si costituì la Sezione Provinciale di Zogno. È stata fondata dai volontari per poter diffondere nel proprio paese la cultura della donazione e raccogliere le dichiarazioni di volontà favorevoli alla donazione di organi, tessuti e cellule post mortem. Oggi questo gruppo è diventato molto numeroso e ha raggiunto i 650 iscritti.

“Il primo donatore di Zogno a cui è intitolato il nostro gruppo – racconta la presidente Bianchi – era un ragazzino di 11 anni, morto in un incidente stradale. Nonostante il fatto che Stefano Sonzogni non fosse un membro di Aido, i suoi genitori in un momento così tragico, hanno voluto che gli organi del bambino non andassero persi ma donati a persone bisognose”.

“In questi 40 anni – aggiunge Eugenia Bianchi – ci sono stati 24 donatori di Zogno, ma nessuno di loro era socio Aido. Sono diventati donatori perchè quando erano in vita avevano espresso la volontà di donare gli organi in caso di morte prematura accidentale e i loro familiari ne erano a conoscenza”.

Tra le diverse iniziative sul territorio, Aido ha messo in campo un nuovo progetto: “La scelta in comune”. Consiste nella possibilità di diventare membro della associazione al momento del rinnovo della carta d’identità: la decisione non viene riportata sul documento ma il soggetto viene iscritto al sistema dei donatori. Un’iscrizione possibile solamente se il Comune di appartenenza aderisce al progetto: in alcuni paesi della provincia l’iniziativa è già a regime da un paio di anni mentre altri non l’hanno ancora attivata.

Un posto di rilievo spetta all’attività nelle scuole poiché aiuta i ragazzi a riflettere serenamente sul problema dei trapianti e sul profondo significato umano e civile del consenso alla donazione di organi post mortem e contribuisce al superamento di paure, quasi sempre irrazionali, con cui abitualmente ci si scontra.

“Durante la giornata nazionale di informazione e autofinanziamento – spiega Eugenia Bianchi – sulle piazze di tutta Italia verrà organizzata la vendita dei fiori rossi di Anthurium che rappresentano il simbolo di Aido. Un’attività che portiamo avanti dal 2002 con l’obiettivo di diffondere la cultura della donazione di organi e raccogliere i fondi per l’associazione a livello locale e nazionale”.

Per l’occasione è stata lanciata anche una sottoscrizione a premi: negozi, attività commerciali e ristoranti di Zogno hanno voluto dare il proprio contributo mettendo a disposizione diversi premi. Sabato sera saranno annunciati i 60 vincitori con i nomi che verranno esposti sulle bacheche dei locali dove sono stati acquistati i biglietti.

Venerdì sera, invece, ad Adriano Minelli, al quale è stata riconosciuta la grande attività di volontariato per la comunità, sarà consegnato il premio solidarietà che porta il nome di “Barbara Aramini”, ex presidente della sezione A.I.D.O. Di Zogno.

Il programma completo

Venerdì 30 settembre 2016 ore 20.30

Al cinema Trieste di Zogno, ad ingresso libero: spettacolo di cabaret della campagnia teatrale Lab-Oratorio S.Giovanni Bianco. Durante la serata consegna del premio solidarietà “Barbara Aramini” (Gruppo Alpini, AVIS, Oratorio) ed esposizione disegni dei bambini di III elementare I.C. Zogno.

Sabato 1 ottobre 2016

Ore 16.30: ricevimento dei rappresentanti dei gruppi invitati presso la sede Aido in piazza Marconi a Zogno;

Ore 17.15: formazione del corteo, deposizione di fiori al monumento del donatore. Il corteo sarà accompagnato dalla Premiata banda musicale di Zogno;

Ore 18: Santa Messa con la presenza del coro Jubilate Deo di Zogno;

Ore 19: saluto del presidente del gruppo Aido di Zogno alle autorità partecipanti; consegna targhe commemorative e rinfresco presso l’oratorio di Zogno;

In serata estrazione dei biglietti della sottoscrizione a premi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.