BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ubi Banca lancia il social bond per la Fondazione Umberto Veronesi

Lo 0,50% del valore nominale del nuovo prestito obbligazionario solidale sarà devoluto a Fondazione Umberto Veronesi per sostenere il progetto “Gli effetti del MicroRNA-9 sui fibroblasti presenti nel microambiente del tumore al seno”, nell’ambito del Progetto Pink is Good. I titoli saranno in collocamento dal 30 settembre al 15 novembre 2016 presso le filiali di UBI Banca Popolare di Bergamo.

UBI Banca Popolare di Bergamo annuncia l’emissione, da parte di UBI Banca, del prestito obbligazionario “solidale” (Social Bond) “UBI Comunità per Fondazione Umberto Veronesi” per un ammontare complessivo di 7 milioni di euro destinato a nuovi risparmi, i cui proventi saranno in parte devoluti, a titolo di liberalità, a sostegno del progetto “Gli effetti del MicroRNA-9 sui fibroblasti presenti nel microambiente del tumore al seno”, nell’ambito del Progetto Pink is Good della Fondazione.

Il progetto di ricerca ha come scopo principale chiarire come piccole molecole di RNA, chiamate microRNA, riescono a “trasformare” cellule normali in tumorali, favorendo così la progressione del tumore al seno. La molecola microRNA-9 potrà in futuro essere utilizzata come bersaglio di una terapia più mirata per questo tipo di neoplasia ancora difficile da curare con farmaci specifici.

Le obbligazioni, emesse da UBI Banca, hanno taglio minimo di sottoscrizione pari a 1.000 euro, durata 3 anni, cedola semestrale, tasso fisso lordo annuo pari 0,45% per il primo anno, 0,50% per il secondo anno e 0,60% per il terzo anno; possono essere sottoscritte, presso le filiali di UBI Banca Popolare di Bergamo, dal 30 settembre 2016 al 15 novembre 2016, salvo chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta. L’offerta è riservata a chi apporta nuove disponibilità durante il periodo di collocamento.

Le obbligazioni non sono destinate alla quotazione in nessun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione: saranno negoziate in contropartita diretta nell’ambito del servizio di negoziazione per conto proprio. L’importo devoluto da UBI Banca tramite UBI Banca Popolare di Bergamo a Fondazione Umberto Veronesi, a titolo di liberalità, può arrivare fino a 35.000 euro in caso di sottoscrizione dell’intero ammontare nominale delle obbligazioni oggetto dell’offerta.

“Banca Popolare di Bergamo è particolarmente vicina alla Fondazione Umberto Veronesi non solo per la tradizionale volontà di tradurre in azioni quel “fare Banca per bene” che da qualche anno permea per intero la nostra mission aziendale.” – dichiara Giorgio Frigeri, Presidente di UBI Banca Popolare di Bergamo – “Abbiamo sempre guardato con attenzione, sensibilità ed apprezzamento, a quanto il territorio fosse in grado di esprimere contribuendo, quando possibile, alla sua crescita sociale e civile ed alla sensibilizzazione della collettività su tematiche etiche e sociali. Siamo pertanto estremamente orgogliosi di questa collaborazione che ribadisce il nostro sostegno alla Fondazione e ai tanti ricercatori impegnati nel progresso medico.”

“Grazie a partner illuminati e lungimiranti come UBI Banca Popolare di Bergamo è possibile sostenere sempre più ricercatori meritevoli e che hanno deciso di dedicare la propria vita allo studio e alla cura di numerose malattie. Sostenere la ricerca scientifica della Fondazione Veronesi significa anche e soprattutto creare una nuova generazione di scienziati di altissimo profilo.” – afferma Giulia Veronesi, membro del Consiglio di Amministrazione di Fondazione Umberto Veronesi e Chirurgo Toracico Istituto Clinico Humanitas Milano.

“Sara Baroni, beneficiaria del contributo di UBI Banca Popolare di Bergamo, è lo specchio dei ricercatori sostenuti dalla Fondazione Umberto Veronesi: giovani scienziati d’eccellenza che studiano per trovare rapidamente nuove soluzioni di cura per migliorare la vita di tutti noi. Gli studi della dottoressa Baroni mirano a combattere un tipo di tumore che ogni anno colpisce circa 48.000 donne solo in Italia, ossia il tumore al seno.” – afferma Lorena Passoni, Supervisore Scientifico della Fondazione Umberto Veronesi.

“Siamo particolarmente soddisfatti di sostenere, ancora una volta, Fondazione Umberto Veronesi, tra le più importanti Fondazioni al mondo impegnate nel campo della ricerca scientifica e della sua divulgazione.” – conclude Osvaldo Ranica, Direttore Generale di UBI Banca Popolare di Bergamo – “In particolare questo nuovo Prestito Obbligazionario solidale, “il ventunesimo” per UBI Banca Popolare di Bergamo, permetterà alla dottoressa Sara Baroni, di proseguire la propria ricerca che, ci auguriamo in tempi brevissimi, possa portarla ad un’ulteriore vittoria nella lotta contro il tumore al seno. Una sfida a cui siamo orgogliosi di prendere parte consapevoli che il progresso scientifico non possa e non debba prescindere da un impegno comune di Istituzioni, Enti e Aziende che operano sul territorio.”

L’introduzione dei Social Bond in Italia rientra nella strategia di sostegno al Terzo Settore perseguita dal Gruppo UBI Banca attraverso UBI Comunità, una piattaforma di servizi e strumenti dedicati, inter alia, a organizzazioni non profit e istituzioni religiose.

Da aprile 2012 a oggi il Gruppo UBI Banca ha emesso 79 Social Bond UBI Comunità, per un controvalore complessivo di oltre 821 milioni di euro, che hanno reso possibile la devoluzione di contributi a titolo di liberalità per oltre 3,9 milioni di euro volti a sostenere iniziative di interesse sociale e sono stati sottoscritti da oltre 29.000 clienti del Gruppo UBI.

Offerta di obbligazioni UBI Banca riservata a chi apporta nuova disponibilità presso i collocatori dal 30 settembre al 15 novembre 2016, salvo la facoltà dell’Emittente di chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta. Prima dell’adesione e per una più dettagliata informativa circa le caratteristiche, le condizioni, i costi e rischi che comporta l’investimento si invita a leggere il

Prospetto di base ed il Documento di Registrazione nonché le Condizioni Definitive e la Nota di Sintesi, ed in particolare la sezione “Fattori di Rischio”, relativa all’emissione. In particolare, si segnala che le obbligazioni in oggetto potrebbero subire una riduzione (fino al 100% del loro valore) o una conversione in uno strumento di capitale dell’emittente (esempio in azioni) o una riduzione degli interessi o una sospensione per un periodo transitorio del pagamento degli interessi, anche per effetto dell’applicazione del bail-in e, più in generale, di una procedura di risoluzione delle crisi bancarie ai sensi della vigente normativa in materia di risoluzione delle crisi bancarie. Il Prospetto di base depositato presso Consob in data 16 dicembre 2015 a seguito di approvazione comunicata dalla Consob con nota n.0093595/15 del 9 dicembre 2015, ed i relativi Supplementi e le Condizioni Definitive relative all’emissione sono disponibili gratuitamente sul sito web dell’Emittente (www.ubibanca.com) e nelle filiali e sul sito web del collocatore www.ubibanca.com/bpb.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.