BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Moschee, 59 in provincia di Bergamo: seconda in Lombardia

Più informazioni su

Sono almeno 59 le moschee in Bergamasca, seconda provincia lombarda. E’ quanto emerge dallo studio voluto dall’assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Città metropolitana Viviana Beccalossi, a cui il Presidente Maroni ha affidato il compito di coordinare e monitorare le azioni mirate per rendere più sicuri i cittadini, partendo da ulteriori verifiche sulla legge regionale per la realizzazione di nuovi luoghi di culto.

“Sono già 402 i sindaci lombardi – spiega Beccalossi – che hanno risposto alla nostra richiesta di segnalare l’eventuale presenza sul proprio territorio di moschee, luoghi di culto islamico, scuole coraniche o criticità relative a questa materia”

Secondo l’assessore si tratta di “una buona partecipazione”. “In queste ore – ha aggiunto – ho riscritto personalmente ai Comuni mancanti per sollecitare anche un loro riscontro, dando un mese di tempo per poter poi tracciare un quadro definitivo”.

“Le risposte giunte fino a questo momento -prosegue Viviana Beccalossi- sono arrivate soprattutto dalle province di Brescia (75), Bergamo (59) e Milano (42), seguite da Varese (39), Pavia (38), Como (31) e Sondrio (30). Si tratta soprattutto di Comuni di media grandezza. Il termine ultimo, prima di fare un bilancio definitivo, è indicato per il 31 di ottobre”.

“Il lavoro di mappatura – ha concluso Beccalossi- può essere utile per conoscere nei dettagli soprattutto quelle situazioni ‘grigie’. Con la richiesta inoltrata ai sindaci desideriamo valutare al meglio la possibilità di intervenire con eventuali provvedimenti legislativi di competenza regionale e per sviluppare un’ulteriore forma di collaborazione con i sindaci sulla sicurezza urbana ai quali, in linea con quanto segnò il decreto 269 del dicembre 2010 dell’allora ministro degli Interni Roberto Maroni, vogliamo fornire ulteriori strumenti a favore della pubblica sicurezza dei loro cittadini”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.