BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Passaggio dei dati personali degli utenti da Whatsapp a Facebook: aperta un’indagine

Il Garante per la Privacy ha avviato un’istruttoria “a seguito della modifica della policy effettuata da WhatsApp a fine agosto che prevede la messa a disposizione di Facebook di alcune informazioni riguardanti gli account dei singoli utenti, anche per finalità di marketing”. Lo comunica l’autority che ha invitato WhatsApp e Facebook a fornire tutti gli elementi utili alla valutazione del caso.

Non solo non smette di far discutere, ma la questione del passaggio dei dati personali degli utenti da Whatsapp a Facebook finisce addirittura al centro di un’indagine.

La questione era finita subito sui tavoli della Commissione europea sollevando dubbi dell’antitrust sulla privacy rivista “a favore” del social network che nel 2014 ha acquisito il servizio di messaggistica più utilizzato nel mondo.

Per essere più precisi, le nuove norme prevedono che parte delle informazioni relative agli iscritti a WhatsApp (alla voce ”info account” del servizio) vengano riutilizzate da Facebook per fini pubblicitari. ”WhatsApp potrebbe offrire il marketing per i Servizi di Facebook, società di cui fa ora parte” si legge nel nuovo regolamento varato meno di un mese fa.

Nono sono bastate le rassicurazioni inviate da Whatsapp ai propri utenti (“Il vostro numero di telefono non sarà rivelato a nessuno”): il Garante ora vuole saperne di più in materia di protezione dei dati. In particolare, l’autority ha chiesto di conoscere nel dettaglio “la tipologia di dati che WhatsApp intende mettere a disposizione di Facebook; le modalità per la acquisizione del consenso da parte degli utenti alla comunicazione dei dati; le misure per garantire l’esercizio dei diritti riconosciuti dalla normativa italiana sulla privacy, considerato che dall’avviso inviato sui singoli device la revoca del consenso e il diritto di opposizione sembrano poter essere esercitati in un arco di tempo limitato”.

In realtà, è ancora possibile aggirare il vincolo al centro delle polemiche.

Chi non ha ancora aggiornato l’app accettando le condizioni di utilizzo può scegliere l’opzione ”Leggi tutto” per poi deselezionare la funzione alla voce ”Condividere le informazioni dell’account WhatsApp con Facebook”. Coloro che invece hanno dato l’assenso, hanno 30 giorni di tempo per ripensarci, modificando alla voce Impostazioni >> Account >> Condividi le informazioni del mio account.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.