BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stangata da 60 milioni sui cittadini coi nuovi ticket: dalla cataratta al tunnel carpale

Nuova stangata in arrivo per i conti degli italiani, questa volta dalla Sanità: a lanciare l’allarme è la Cgil che, analizzando la relazione tecnica del ministero della Salute al decreto sui Livelli essenziali di assistenza (Lea), ha stimato in 60,4 milioni di euro il valore dei nuovi ticket sanitari.

Dal sindacato denunciano come alcune cure e prestazioni garantite gratuitamente ai cittadini, ad esempio piccoli interventi di chirurgia come la cataratta, l’ernia al dito a martello o il tunnel carpale, con i nuovi Lea diventeranno a pagamento: in aggiunta anche alcune prestazioni, complessivamente 24, che ora vengono effettuate in Day Surgery diventeranno ambulatoriali e quindi richiederanno il pagamento del ticket.

Uno spostamento che determinerà incassi maggiori di circa 20 milioni di euro per il Servizio sanitario nazionale mentre gli altri 40 milioni stimati arriveranno dall’introduzione di nuove prestazioni ambulatoriali nell’elenco dei Livelli essenziali di assistenza.

Altre prestazioni a rischio sarebbero quelle di artroscopia, ernia inguinale, calcoli, ricostruzione della palpebra, interventi sul cristallino e amputazione delle dita della mano e del piede.

Pur giudicando in modo positivo l’idea di una ridefinizione dei Lea, la Cgil si oppone al fatto che i nuovi ticket vengano scaricati sulle spalle dei cittadini e, in particolare, sulle fasce più deboli come gli anziani.

Sul decreto sui Lea manca ancora il parere delle commissioni parlamentari, poi si passerà alla fase operativa: le nuove disposizioni dovrebbero entrare in vigore gradualmente nel corso del 2017.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.