BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Petagna, che bella scoperta: col vero Papu Gomez convince e fa divertire

BERISHA 6: Non sarà sempre Crotone. Una serata tranquilla. Tiene il posto di titolare.

MASIELLO 6,5: Non perde la testa quando la squadra rimane in inferiorità numerica. Rimedia anche agli errori dei compagni della difesa.

TOLOI 5,5: Rimangono ancora troppi i disimpegni sbagliati. In coppia con Zukanovic dovrebbe spiegare il gol della bandiera del Crotone.

ZUKANOVIC 6: Nel finale merita la sufficienza con interventi aerei a liberare l’area.

KONKO 6,5: La sua esperienza annulla completamente Palladino, unico avversario non nuovo alla serie A.

FREULER 6: Questa volta più convincente, soprattutto meno timido. E continua a tenere fuori Grassi. Il che è tutto dire.

KURTIC 6: Fa gol di spalla, senza accorgersi. Lo aiutano la fortuna e soprattutto il portiere avversario. Rimane imperdonabile quello sbagliato all’inizio di gara. L’Atalanta ha vinto, vogliamoci bene.

KESSIE 4: L’internazionale Rocchi non perdona e ha ragione. Il rosso ci sta tutto. Il ragazzo deve darsi una regolata: in vantaggio di tre reti non è giustificabile l’entrata che gli costa l’espulsione. Beata gioventù.

DRAME’ 6: Non rischia quasi mai niente. La condizione fisica non è ancora ottimale e si vede.

PETAGNA 7: Merita più del dovuto perché il suo gol al terzo minuto spiana la strada alla vittoria e, soprattutto, tranquillizza i compagni e Gasperini dal dovere giustificare l’esclusione di Paloschi e Pinilla. Da indagine chi lo dovrebbe marcare nell’azione del gol, ma Petagna è bravo ad approfittarne.

PINILLA 6: piuttosto che s.v. perché non si ribella quando Gasperini aspetta la fine per metterlo dentro, al posto di Petagna. Conoscendolo, abbiamo temuto.

GOMEZ 7: Di nuovo il Papu che conosciamo, non solo per il gol. Gasperini gli risparmia la mezz’ora finale per averlo al meglio con il Napoli.

RAIMONDI 6: Rileva il Papu. Gasperini lo considera un fedelissimo e lui questa volta non lo delude.

 

GASPERINI 6,5: In uno stadio vuoto e contro questo Crotone la vittoria è tutta da valutare. Ben venga comunque visto che muove la classifica. Sky lo definisce un ospite a Bergamo, mentre a Genova era padrone e non si capisce allora l’addio a Preziosi. Non si fida più di Paloschi, nemmeno di Pinilla. Petagna lo ripaga subito: “E’ il giocatore più in forma” dirà a fine partita. Gasperini ha le sue colpe. La prima di essere figlio di un progetto che ha bisogno di tempo. La società deve decidere: se il progetto merita, allora gli deve dare il tempo che serve, almeno fino a fine ottobre. A suo merito la tranquillità con cui la squadra è scesa in campo a Pescara. Non riesce a dominare il suo carattere. Dopo una vittoria come questa non rinuncia a togliersi qualche sassolino: “Il mio percorso non è mai confuso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.