BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Esondazioni, crolli e smarrimenti: a Pedrengo esercitazione della Protezione Civile

E’ partita l’esercitazione “Pedrengo 2016” per Volontari di Protezione Civile e Funzionari Pubblici che operano prevalentemente nel settore delle RadioComunicazione all’interno della propria organizzazione

E’ partita l’esercitazione “Pedrengo 2016” per Volontari di Protezione Civile e Funzionari Pubblici che operano prevalentemente nel settore delle RadioComunicazione all’interno della propria organizzazione. L’esercitazione è stata organizzata dell’Associazione CVS Protezione Civile Onlus, aderente a ProCiv Italia, presieduta da Massimiliano La Mantia e dal Comune di Pedrengo con il Sindaco Gabriele Gabbiadini. Partecipa un nutrito gruppo di Volontari di Protezione Civile per un totale di 2 ore di esercitazione circa.

L’esercitazione vuole aggiornare i volontari di protezione civile che abbiano scelto di svolgere la propria attività operativa nell’ambito della specialità “tele-radiocomunicazioni” o che comunque all’interno della propria organizzazione se ne occupino in modo specifico al fine di avere una visione matura, cosciente e coerente delle loro attività di operatori radio in situazioni di normalità che di emergenza. L’Organizzazione CVS Protezione Civile Onlus in stretta collaborazione con il Comune, ha avuto l’occasione di organizzare con il supporto delle Associazioni e/o Volontari del territorio tali iniziativa, al fine di dare un prezioso contributo nel territorio provinciale.

LA SIMULAZIONE

La Prefettura di Bergamo e la Regione Lombardia hanno pre-allertato il Comune di Pedrengo rispettivamente alle 21,50 e alle 22,30 di venerdì 23 settembre comunicando che nel territorio comunale e nei Comuni linitrofi ci saranno violente precipitazioni localizzate consigliando l’allertamento della locale Protezione Civile.

Intorno alle 16 del 24 Settembre, infatti, si sono registrati: smarrimento di un minore in località Cascina Patelli; esondazione parziale del fiume Serio; cascinale pericolante in località Brolo vecchio.

Le linee telefoniche e trasmissione dati da e verso l’esterno del Comune risultano intatte, mentre risultano danneggiate in diversi punti le linee telefoniche e trasmissione dati interni, non risultano
necessari al momento aiuti esterni; quindi l’evento viene affrontato con i soli mezzi dell’Ente, classificato come evento di tipo locale notiziando comunque ogni mezz’ora le altre autorità esterne
in caso di bisogno.

Risulta necessario verificare danni alle strutture, primi soccorsi alla popolazione, fornire un supporto logistico e di supporto a talune strutture. Non sono stati segnalati altri danni o necessità
della popolazione al di fuori dei luoghi ivi indicati.

Pertanto il sindaco ha attivato la locale Protezione Civile con il supporto di una seconda Associazione di Protezione Civile per un primo sommario bilancio degli eventi e fornire i primi soccorsi alla popolazione approntando un COM/COC (composta da diverse unità – nominativo [radio]: BASE COM) presso la sede del
gruppo di PC CVS Protezione Civile ubicata in P.zetta S. Pertini e 6 squadre (composta ognuna da 1/3 unità) con il nominativo [radio] SIERRA 1, 2, 3, 4, 5 e 6.

Fin da subito viene deciso che 3 squadre (SIERRA 1, 2 e 3) verificheranno i danni provocati dagli eventi alluvionali e i primi soccorsi eventuali alla popolazione/utenza coinvolta e 3 squadre
(SIERRA 4, 5, e 6) appronteranno i primi soccorsi alla popolazione. La squadra SIERRA 1 si recherà nel luogo di smarrimento del minore presso la Cascina Patelli di Via La Pira angolo Via A. Moro verificando e segnalando durante la ricerca del disperso, i danni ed eventuali necessità alla popolazione/utenza coinvolta (in questo scenario si può prevedere l’intervento eventuale del soccorso sanitario, mediante ambulanza, previo accordo con altre organizzazioni).

La squadra SIERRA 2 si recherà nel luogo dell’esondazione del fiume Serio (Via Giardini) verificando l’area coinvolta, verificando sommariamente i danni alle strutture e delle necessità dei
primi soccorsi alla popolazione coinvolta.

La squadra SIERRA 3 si recherà nel cascinale in località Brolo Vecchio (Via C. Boni) in quanto è stato segnalato un parziale crollo alla struttura e l’intera famiglia (composta presumibilmente da
3/5 unità) ne è rimasta coinvolta. Nelle immediate vicinanze del cascinale è stato segnalato una struttura per il ricovero di animali tra i quali pollame, cavalli e cani con danni alla struttura.

La squadra SIERRA 4 si recherà presso il campo sportivo (ingresso) di Via Piave e appronterà un campo sfollati per 25 unità iniziali (con eventuale allargamento in caso di necessità) per la
popolazione per le prime necessità e bisogni.

La Squadra SIERRA 5 si recherà presso la località Molino Nuovo Via Ghisalberti come supporto logistico e aiuto alla popolazione.

La squadra SIERRA 6 si recherà nella zona industriale di Pedrengo di Via Carducci/ Via Pascoli come supporto ai VV.FF già presenti sul posto come aiuto e supporto, verificando
sommariamente danni alle strutture industriali/artigianali e aiuto eventuale alla popolazione.

Le 6 squadre (elegeranno al loro interno un capo-squadra) dopo aver avuto assegnati i propri compiti, partiranno dalla sede BASE COM e si recheranno nel luogo indicato (attraverso una
cartina topografica assegnata). Le squadre SIERRA 1, 3 e 6 si recherenno nei rispettivi luoghi assegnati a piedi le rimanenti tre squadre (2, 4 e 5) mediante l’uso di veicoli di P.C. o altro.
Ogni squadra dovrà comunicare (mediante radio) alla sede BASE COM quanto segue e MAI ALLE ALTRE SQUADRE (senza la preventiva autorizzaizone della Sala Operativa della sede BASE
COM) che rimarrano in ascolto:
1) Orario di partenza dalla BASE COM, nominativo assegnato (SIERRA nn.), qualità della trasmissione radio in ricezione e trasmissione e coordinate G.P.S.;
2) Orario di arrivo nel luogo dell’evento, luogo in cui trova, nominativo assegnato (SIERRA nn.), qualità della trasmissione radio in ricezione e trasmissione e coordinate GPS;
3) Descrizione dell’evento e necessità eventuali attraverso il foglio assegnato separatamente ad ogni singola squadra alla BASE COM (le 5 comunicazioni radio da effettuare per ogni
evento/scenario);
4) Terminata la prova : orario di partenza dal luogo dell’evento, nominativo assegnato (SIERRA nn.), qualità della trasmissione radio in ricezione e trasmissione e coordinate G.P.S.. Ad ogni capo-squadra sarà consegnata/assegnata una radio, con un apposito tesserino di riconoscimento della propria squadra (SIERRA nn.) In caso di necessità ogni capo – squadra avrà rilasciato il proprio numero di cellulare alla BASE COM per eventuali comunicazioni del caso.

Alcuni discenti (max 4 e comunque sempre in numero pari) formeranno la BASE COM e risponderanno alle varie chiamate radio delle varie squadre (SIERRA 1,2 …) identificandosi come
BASE COM. Le squadre saranno a coppia in quanto un discente risponderà e/o trasmetterà alla radio, l’altro scriverà il messaggio ricevuto, alternandosi alle varie prove di trasmissione per un
periodo 10/15 minuti a coppia.

L’esercitazione è prevista per un massimo di 30 discenti ed ha validità quale prova per l’esercitazione annuale.

Materiale occorrente : 6/8 radio portatili, 1 apparato veicolore / stazione base + eventuale alimentatore, con antenna con cavi/funi di ancoraggio e cavi di collegamento, prese e prolunghe
varie, materiale G.P.S. (attraverso radio, cellulari o G.P.S.).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.