BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vivibilità e accessibilità delle province per i disabili: Bergamo 31esima in Italia

La graduatoria è il risultato di un'indagine Anmil che premia le città del Centro-Nord e bacchetta quelle del Sud, ancora troppo lontane dalle reali esigenze delle persone affette da disabilità.

Trentunesimo posto su 106 province analizzate, con un 6 stiracchiato su una scala da 1 a 10: è il voto dato dall’Anmil, l’Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro, alla Provincia di Bergamo in un’indagine sulla vivibilità e l’accessibilità delle province italiane.

C’è chi fa peggio, ovviamente, ma tanto c’è ancora da fare per abbattere barriere ed ostacoli che ad oggi impediscono ancora alle persone disabili di Bergamo di vivere una vita quasi normale, o almeno di essere messi nella condizioni per farlo.

L’indagine mette in mostra una grande disparità tra le città del Centro-Nord e quelle del Sud che, a parte rarissime eccezioni, naufraga nelle zone basse della graduatoria.

Classifica guidata da Cremona, Ferrara, Siracusa e Torino con un bell’otto in pagella: seguono Belluno, Bolzano, Pordenone, Trento e Verbania con una valutazione tra il 7 e l’8. Chiude la top ten Brescia, con 7, seguita a pari merito da Latina, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini e Verona.

Altre 11 province, tra cui Bologna e Milano, si fermano tra il 6 e il 7, mentre tra quelle borderline, che ottengono la sola sufficienza, c’è anche Bergamo con la sua 31esima piazza.

Poi solo province insufficienti dal punto di vista dell’accessibilità, la stragrande maggioranza delle quali, come detto, si trovano al Sud: ci sono però anche Firenze, Genova, Varese e Venezia.

Malissimo Roma, al 91esimo posto con una votazione di 4 su 10, ma le peggiori, con 2, sono Agrigento, Campobasso e L’Aquila.

La classifica Anmil è stata stilata in base alle considerazioni e segnalazioni dei suoi 400 mila iscritti nelle sede regionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.