BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Canton Ticino vuole frenare i frontalieri italiani: al referendum vince il sì

Il Canton Ticino vuole mettere un freno ai lavoratori frontalieri: è questo il risultato del referendum “Prima i nostri” proposto dall’Udc, la destra nazionalista svizzera, supportata dalla Lega dei Ticinesi. Il sì, infatti, ha ottenuto il 58% delle preferenze, contro il 39,7% del no: così si sono espressi i cittadini che convivono ogni giorno con circa 62mila frontalieri.

L’iniziativa mira ad una modifica costituzionale che, a parità di curriculum, ritagli una corsia preferenziale per i lavoratori svizzeri del cantone: in particolare dando “al Consiglio di Stato il preciso mandato di mettere in atto tutte le misure concrete per respingere la pressione al ribasso sui salari, evitare la sostituzione sistematica dei lavoratori residenti e assicurare che i ticinesi abbiano la precedenza nel mercato del lavoro”.

L’esito del referendum necessita comunque “di una legge di applicazione che verrà votata dal Gran Consiglio”: poi la palla passerà al Consiglio Federale e al Parlamento di Berna che avranno l’ultima parola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.