BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Emergenza profughi: oltre duemila accolti in 56 comuni bergamaschi

Sabato mattina nel Municipio di Sedrina incontro tra sindaci e deputati bergamaschi. I primi cittadini sollecitano la risoluzione in tempi brevi di alcune questioni relative alla gestione dell'accoglienza migranti.

Oltre duemila profughi accolti in 56 comuni bergamschi. Sono i dati resi noti nel corso di un incontro svoltosi sabato 24 settembre nel Municipio di Sedrina, sotto il coordinamento del sindaco Stefano Micheli, e promosso dai sindaci dei Comuni bergamaschi (di Sedrina Stefano Micheli, Lenna Jonathan Lobati, Rota Imagna Giovanni Paolo Locatelli, Vedeseta Silvestro Arrigoni, Sotto il Monte Maria Grazia Dadda, Roncobello Andrea Milesi, Torre Boldone Claudio Sessa, Romano di Lombardia Sebastian Nicoli, Valbondione Sonia Simoncelli, Mapello Michelangelo Locatelli, Pagazzano Raffaele Moriggi, Pontirolo Nuovo gigliola Breviario) che a maggio avevano sottoscritto un appello con l’intento di far chiarezza sull’emergenza profughi.

Oltre ad alcuni sindaci erano presenti anche i deputati bergamaschi e membri della Commissione Parlamentale di inchiesta sui migranti Gregorio Fontana (Forza Italia) ed Elena Carnevali (Pd), e il Consigliere regionale Jacopo Scandella. Il deputato azzurro, ha evidenziato che nelle ultime settimane la Lombardia spicca per il record nazionale delle presenze nelle strutture di accoglienza (14% nazionale).

tavolo profughi sedrina

Guardando la situazione dal punto di vista della distribuzione dei migranti nella provincia di Bergamo, da maggio ad oggi le presenze sono aumentate del 33% arrivando a oltre 2012 unità. I comuni interessati dalla presenza di strutture d’accoglienza sono complessivamente 56.

Un altro punto delicato è quello della distribuzione dei migranti sul territorio. I comuni che hanno un rapporto abitanti migranti superiore a 1 a 1000 sono 38 e di questi 12 hanno un rapporto superiore di 1 a 100. Emblematici gli esempi di Vedeseta con una proporzione di 1 a 6 (35 stranieri e 204 abitanti), Rota Imagna con una di 1 a 13 (70 migranti e 950 abitanti), Sedrina con una di 1 a 16 (150 presenze a fronte di 2.444 abitanti).

Le criticità subite a livello locale erano state espresse dai primi cittadini già nel corso dell’incontro di luglio e rimarcate anche questa mattina nel nuovo tavolo di confronto. Per dare risposte concrete ai primi cittadini, l’esponente di Forza Italia ha illustrato la proposta di legge, che presenterà in Parlamento nei prossimi giorni. Un insieme di norme attraverso le quali si individuano strumenti reali per consentire agli amministratori locali una gestione opportuna, per quanto emergenziale, dell’accoglienza sul territorio.

In particolare, la proposta si compone di tre punti: primo, l’istituzione di un registro degli stranieri richiedenti permesso di soggiorno; secondo, la modifica del testo unico sull’immigrazione per far sì che il possesso della carta d’identità da parte del richiedente asilo sia strettamente vincolato al possesso del permesso di soggiorno; terzo, il riconoscimento ai comuni della facoltà di detrarre le spese sostenute per l’accoglienza dalla quota di loro spettanza per l’alimentazione del fondo di solidarietà. “Una proposta nata con spirito costruttivo e aperta ad ogni contributo e integrazione da parte di tutti- ha evidenziato Fontana-. L’auspicio è di dare ai sindaci, in tempi brevi, gli strumenti per fronteggiare ed affrontare con maggiore serenità ed efficacia l’emergenza permanente causata dall’immigrazione di questi ultimi mesi e che purtroppo non sembra destinata a risolversi in poco tempo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.