BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brembate Sopra, disservizi e rischi con i bus: consigliere scrive al Prefetto

Dopo le numerose lamentele ricevute dai propri concittadini sui disservizi degli autobus, Antonio Galizzi, consigliere di minoranza del Comune di Brembate di Sopra, ha preso in mano la situazione

Dopo le numerose lamentele ricevute dai propri concittadini sui disservizi degli autobus, Antonio Galizzi, consigliere di minoranza del Comune di Brembate di Sopra, ha preso in mano la situazione e ha scritto un lettera al presidente della Provincia Matteo Rossi, al nuovo Prefetto Tiziana Gioanna Costantino, alla SAB, all’ATB, alla Locatelli e al Comune di Brembate di Sopra.

Ecco la sua missiva con l’elenco dei disservizi:

“Vi scrivo in quanto ho raccolto numerose lamentele degli utenti del servizio pubblico Bergamo Trasporti, per quanto riguarda la tratta Brembate di Sopra – Bergamo.

Le lamentele riguardano:

1) il sovraffollamento dei mezzi di trasporto, che sono chiaramente al di là dei limiti della sicurezza stradale, oltre a non corrispondere minimamente ai requisiti minimi di un contratto di abbonamento annuale, che i vari vettori dovrebbero garantire. Gli utenti pagano per un servizio non per un disservizio, nè tanto meno per essere trattati come bestiame.

2) Gli orari: Si segnala che da Bergamo verso Brembate Sopra c’è un Autobus alle 5:40 e poi fino alle 12.55 non parte nessun Autobus. Con la riforma dei tempi scolastici vi sono molti studenti che almeno 2/3 giorni alla settimana finiscono le lezioni alle ore 12.00 e devono aspettare in mezzo alla strada per più di un’ora (ad esempio zona croce rossa) primo Autobus utile è alle ore 13.06. E’ mai possibile che non vi sia alcun accordo tariffario tra i vari vettori, ad esempio per usufruire tratta Bergamo-Ponte S. Pietro (Clinica) con ATB o Locatelli, per poi proseguire sui vettori SAB per Brembate di Sopra, senza dover pagare un ulteriore biglietto. Siamo nel 2016 e il disservizio è uguale a quello degli anni 90, anzi peggio.

3) Si segnala inoltre una situazione di notevole pericolo per incolumità dei giovani per quanto riguarda la fermata degli autobus in via Broseta (Croce Rossa) direzione Ponte S. Pietro, in quanto il calibro del marciapede non è tale da garantire l’attesa dei mezzi pubblici in piena sicurezza, per i giovani, ma anche per eventuali pedoni che si trovano un muro che impedisce di camminare lungo il marciapede, dovendo scendere sulla strada e infine anche per gli automobilisti stessi che spesso devono evitare studenti e/o pedoni che invadono improvvisamente la sede stradale.

Si invitano le persone in indirizzo, secondo le proprie competenze, a prendere provvedimenti per garantire la piena sicurezza stradale dei mezzi di trasporto, la sicurezza degli studenti e dei pedoni e garantire un servizio che rispetti gli standard previsti, sia per numero di vettori che di orari, per i servizi pubblici”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.