BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Atalanta va avanti con Gasperini, ma la panchina nerazzurra ora scotta parecchio

E’ un momento nero per l’Atalanta e per il suo tecnico Gian Piero Gasperini. Con quattro ko nelle prime cinque di campionato, l’avventura del mister piemontese non poteva partire in modo peggiore.

Inevitabile, così, parlare di cambio in corsa.

Tanti tifosi hanno già invocato l’esonero dell’ex allenatore del Genoa, ritenuto il principale colpevole della mancanza di gioco e del caos tattico visto in campo nelle prime cinque uscite di serie A dei nerazzurri. Ma Percassi, anche dopo la clamorosa sconfitta interna di mercoledì col Palermo, ha scelto non intervenire.

E’ chiaro, però, che la panchina di Gasperini ora scotta parecchio: lunedì sera a Pescara contro il Crotone il tecnico piemontese sarà all’ultima spiaggia. Ed è impossibile nasconderlo.

La dirigenza bergamasca ha confermato la fiducia al mister, ma intanto ha già iniziato a guardarsi in giro. Perché se lunedì, nel posticipo della 6^ di campionato, dovessero arrivare nuovi passi falsi (probabilmente sarà considerato tale anche un pareggio col fanalino di coda) difficilmente Percassi e Sartori sceglieranno di non cambiare ancora.

Di nomi di sostituti è ancora presto farne, anche se nella lista degli allenatori liberi figura più di un nome che potrebbe essere accostato a quello dell’Atalanta: Stefano Pioli, già contattato in estate dopo il dietrofront di Maran, ma occhio anche a Luigi De Canio, che nella scorsa stagione ha traghettato verso la salvezza l’Udinese, Gigi Delneri, fermo dopo la retrocessione con l’Hellas. Ma anche Delio Rossi, Andrea Mandorlini, Eugenio Corini (che ha già lavorato al Chievo con Sartori). Senza dimenticare due nomi fatti più volte dai tifosi sui forum di competenza: Edy Reja e Stefano Colantuono, piste comunque molto, molto difficili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.