BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Fichi d’India anti stress: è il momento – La ricetta profuma di Sud

Sono i fichi d'India il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. E Le Amiche Sciroppate li propongono in misticanza.

Sono i fichi d’India il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Vero e proprio tesoro da scoprire, per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante si possono trovare a un ottimo rapporto tra qualità e prezzo: è questo il miglior momento per chiederli al proprio fornitore di fiducia.

Provenienti soprattutto dalla Sicilia, sono ricchi di proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo. Innanzitutto, contengono abbondanti minerali come potassio e magnesio, ma anche calcio e ferro, vitamina C, A e tiamina: grazie alla loro composizione, sono utili nei casi di fatica e stress, concorrendo a riattivare l’equilibrio neuro-muscolare. Inoltre, favoriscono il movimento intestinale riducendo il rischio di emorroidi e migliorando l’assorbimento di vitamine e minerali. La polpa ha un forte potere antiossidante.

Il loro consumo è indicato, in modo particolare, per contrastare la fame nervosa, in quanto aiuta a regolare l’appetito in quanto la presenza di particolari fibre solubili rallenterebbe l’assorbimento degli zuccheri dando senso di sazietà. Secondo alcune ricerche, infine, i fichi d’India sarebbero utili per controllare l’indice glicemico e a ridurre l’assimilazione di zuccheri e grassi. Ma non è tutto: sono un ottimo alimento anti-cellulite in quanto agiscono sulla ritenzione idrica; svolgono un’azione anti-infiammatoria, idratano e contribuiscono a combattere il colesterolo.

A causa della presenza di piccoli semi, invece, il consumo di fichi d’India risulta controindicato per chi soffre di diverticolosi o coliti.

In cucina si possono consumare semplicemente crudi, al naturale, ma vengono adoperati anche per preparare marmellate, creme e liquori, oppure per arricchire fantasiose insalate e originali risotti, valorizzando il sapore della polpa.

Un consiglio: per sbucciarli evitando di pungersi con le spine occorre tenerli fermi con la forchetta e, con un coltello, tagliare le due estremità per poi inciderli in lunghezza e farli rotolare sulla loro buccia.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, questa settimana, che segna l’inizio della stagione autunnale, registra un livello delle contrattazioni decisamente sottotono rispetto a quanto rilevato sinora. Il fisiologico, ma brusco abbassamento delle temperature soprattutto durante le prime ore del giorno e un maltempo generalizzato sugli attuali areali produttivi, condizionano negativamente sia la richiesta di mercato sia il livello qualitativo e quantitativo dell’offerta.

Tra le new entry di questi giorni spiccano sicuramente le primissime castagne e cachi per ora entrambi reperibili con origine campana e le primissime clementine spagnole che pian piano sostituiranno il miyakawa dalle nostre tavole. Quest’ultimo è disponibile in quantità significative e offerto con buon rapporto qualità-prezzo.

Troppo presto per il kiwi nazionale, ancora per qualche settimana gli estimatori della specie potranno contare sugli ultimi arrivi del prodotto neozelandese e cileno. Sufficiente in termini quantitativi l’uva da tavola, ma le condizioni climatiche poco favorevoli registrate nei luoghi di produzione incidono negativamente sulla qualità del raccolto di tutte le varietà e anche sull’uva da vino, per la quale si rilevava un grado zuccherino inferiore alle attese e alle esigenze degli acquirenti.

È in leggera flessione, poi, la richiesta di pesche e nettarine, per le quali, nella massa si denota un livello qualitativo in calo.

Buono il livello qualitativo del mango coltivato in Italia: una coraggiosa cordata di agricoltori siciliani ha deciso in investire e avviare la coltivazione di frutta esotica sull’isola siciliana e questi primi raccolti riscuotono il giusto successo, non solo per lo spirito nazionalista che da sempre contraddistingue, per fortuna, l’attenzione del consumatore italiano, ma anche perché il prodotto è di qualità e nulla deve invidiare al più “caro” prodotto d’importazione. Per ora i quantitativi descrivono un raccolto di nicchia e per questo la start-up siciliana si è rivolta solo ed esclusivamente al mercato tradizionale in grado di valorizzare a dovere la nuova referenza.

In forte contrazione sia l’offerta sia il consumo di angurie e si evidenzia una decisa diminuzione dei quantitativi di meloni nazionali, ma per questi ultimi la disponibilità di prodotto diminuisce più velocemente di quanto non cali l’interesse del consumatore permettendo una sostanziale tenuta dei prezzi.

Per concludere, è momentaneamente calma la situazione per il reparto orticolo dove, escludendo le oscillazioni improvvise delle quotazioni dei prodotti con origine estera, soprattutto olandesi, si rileva un apparente equilibro tra domanda e offerta per le verdure di origine nazionale e locale.

misticanza fichi d'india

La ricetta della settimana

A cura delle Amiche Sciroppate

MISTICANZA AI PROFUMI DEL SUD

Ingredienti per due porzioni

250 g. di misticanza

2 fichi d’india

½ cipolla rossa di tropea

1 gambo di sedano

Lamelle di mandorle 2 cucchiai

Olio evo q.b.

Sale q.b.

Aceto balsamico q.b.

Procedimento

misticanza fichi d'india

Preparate tutti gli ingredienti sul vostro piano di lavoro, non dovrete far altro che assemblare il piatto.

Tagliate la cipolla finemente, tagliate il sedano con il pelapatate, tagliate in spicchi i fichi d’india, eliminando precedentemente la buccia.
Posizionate sul piatto l’insalata misticanza, la cipolla, il sedano, le mandorle e gli spicchi di fico.

Ora passiamo al condimento! In una ciotolina mischiate in questo ordine: sale, aceto balsamico e olio.

Non ci resta che condire e portare in tavola! Sarà un successo, come sempre……i profumi e i sapori di questa sfiziosa insalatina si sposano perfettamente, creano un meraviglio connubio.

#sesonofacilicipiaccionodipiù

misticanza fichi d'india

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.