BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Comune unico in Valseriana, ora è ufficiale: referendum domenica 20 novembre

Dopo le indiscrezioni è arrivata l'ufficialità: il referendum per il Comune unico in Valseriana si terrà domenica 20 novembre.


Mancava solo l’ufficialità, che è arrivata giovedì 22 settembre dal Pirellone: il referendum consultivo sulla fusione di Cerete, Fino del Monte, Onore, Rovetta e Songavazzo in un unico Comune si svolgerà il 20 novembre prossimo.

Una data molto vicina a quanto previsto dai sindaci e che è stata comunicata da Regione Lombardia, dalla quale già ad agosto era filtrata qualche indiscrezione, ora confermata, a proposito: “È indetto per il giorno di domenica 20 novembre 2016 il Referendum consultivo relativo al P.D.L. n.298 ‘Fusione dei Comuni di Cerete, Fino del Monte, Onore, Rovetta e Songavazzo, in provincia di Bergamo’”.

Un’ufficialità che dà il via libera anche all’esercizio di una campagna elettorale che già si annuncia scoppiettante: i tempi sono ormai maturi e a ottobre si dovrebbe entrare nella fase più calda.

Il progetto del Comune Unico in Valseriana potrebbe dar vita al territorio più vasto della zona e al secondo più popoloso dopo Clusone: un’iniziativa partita proprio dai cinque amministratori dei comuni coinvolti nell’ultima parte dello scorso anno e che ha rispettato alla perfezione il cronoprogramma iniziale.

Ora, per davvero, tutto passa nelle mani dei cittadini: domenica 20 novembre non solo decideranno se fondersi in un’unica amministrazione comunale ma, nel caso, sceglieranno anche il nome del comune che andrebbe a nascere nella primavera del 2017.

Al momento, secondo indiscrezioni che circolano sul territorio, il nome più gettonato tra i cittadini sarebbe quello di Borghi Presolana: ma tutto passa, ovviamente, dal sì o dal no che verrà espresso sulla scheda referendaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.