BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Più di 100 manager da 80 aziende nel mondo per Africa Logistics Network

Oltre 100 manager da 80 aziende nel mondo: numeri raddoppiati per il secondo meeting annuale di Africa Logistics Network dall’1 al 4 Ottobre 2016 in Marocco, Il network mondiale di spedizionieri è stato fondato un anno fa dalla Logimar.

Ci saranno oltre 100 manager da 80 aziende di spedizioni internazionali – ma i membri del network sono circa 140 – al secondo meeting annuale di Africa Logistics Network, la community mondiale di spedizionieri fondata un anno fa dalla Logimar di Carobbio degli Angeli.

Il meeting si svolgerà esattamente un anno dopo quello fondativo tenutosi a Bergamo dal primo al 4 di ottobre, questa volta ad Agadir in Marocco.

Africa Logistics Network è una community di spedizionieri selezionati per competenza, professionalità e stabilità finanziaria. Solo due spedizionieri per ogni nazione (con l’eccezione delle nazioni più grandi e popolose) possono farne parte. Ognuna di loro è incentivata a lavorare, quale agente, con gli altri membri del Network.

“Uno dei problemi del mercato africano – afferma Alessandro Saponaro, fondatore del Network – è l’affidabilità delle piccole e medie aziende di spedizioni. Molte sono di qualità, alcune sono “pericolose”. ALN lavora per riconoscere le più professionali e inserirle all’interno del network come membri ufficiali”.

“Nel corso di quest’anno solo un membro della Nigeria si è dimostrato non all’altezza dei requisiti necessari per far parte di Africa Logistics Network ed è stato espulso ma nel complesso siamo molto soddisfatti della collaborazione e della qualità del lavoro che si è generato tra i membri di ALN – aggiunge Marcello Saponaro, presidente di Logimar”.

La crescita del network è stata significativa in un anno: se al meeting di Bergamo c’erano 50 manager da circa 40 aziende, quest’anno ad Agadir saranno oltre 100 i rappresentanti di 80 aziende di spedizioni internazionali. Il dato maggiormente positivo è che la crescita maggiore è di aziende Africane. In Marocco saranno infatti presenti i CEO e i Business Development Manager dei rappresentanti in Namibia, Nigeria, Etiopia, Senegal, Kenya, Sudan e South Sudan, Mauritania, Chad, ovviamente tutto il Nord Africa. Oltre naturalmente ai membri degli altri continenti: Europa e Asia in testa ma anche Sud America, USA e Canada.

“Non ci aspettavamo una crescita così rapida – aggiunge Alessandro Saponaro, presidente del Network –. Rapida e qualitativa perché in quest’anno abbiamo attratto l’attenzione di gruppi importanti e leader in alcune nazioni africane. Penso al Kenya e al Corno d’Africa ma anche alla Nigeria. Solo una manciata di nazioni rimane oggi “scoperta” in Africa. Tra queste il Gambia, la Guinea e la Repubblica Centroafricana ma possiamo dire con orgoglio che il 97% della popolazione, il 96% della superficie e ll’88% degli Stati è oggi coperta da ALN.

“Il network – continua Saponaro – lo abbiamo fondato perché crediamo che l’Africa rappresenti lo sviluppo dei prossimi anni. Dello sviluppo del mondo ma in primo luogo dello stesso “Continente nero”. La crescita dell’Africa procede di pari passo con la crescita del livello di educazionale, della coesione sociale, delle professionalità e della sua classe media. Noi siamo felici di poter contribuire in piccola parte a questo sviluppo”.

Il meeting sarà scandito in gran parte da incontri one-to-one tra i membri del network presenti ma non mancheranno attività socializzanti e di community: Innanzitutto la premiazione dei migliori, l’Africa Logistics Awards. Le coppe di Africa Logistics Network saranno assegnate a tre vincitori per ogni categoria:

· Il migliore spedizioniere 2016 (primo, secondo, terzo classificato);

· La migliore spedizione da/per l’Africa (primo, secondo, terzo classificato);

· Il migliore spedizioniere africano (primo, secondo, terzo classificato);

E poi la cena di benvenuto e quella di Arrivederci, la sera del 3 Ottobre, che saranno caratterizzate da spettacoli di danza e musica marocchina. Per finire, due giorni aggiuntivi di turismo e relax a Marrakech per una ventina dei partecipanti al meeting.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.