BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

“Lavori a Gavarno, bus garantiti inesistenti: a cosa serve l’abbonamento da 400 euro?”

Più informazioni su

Dopo il caso della studentessa travolta alla fermata del bus fuori dall’Ipssar di San Pellegrino Terme da alcuni coetanei che di corsa tentavano di raggiungere e salire su un pullman, una nuova lamentela investe il sistema del trasporto pubblico locale e in particolare la linea s30d di SAB: a causa dei lavori di realizzazione di una rotatoria all’intersezione con strada Provinciale 66 in località Gavarno di Nembro, come comunicato dalla stessa azienda di trasporti sul proprio sito ufficiale, e dell’impossibilità di garantire il transito degli autobus dalle 8 di martedì 20 settembre è stata chiusa al traffico la provinciale 65 che riaprirà solamente il 9 ottobre, con conseguente soppressione di alcune fermate della linea nel tratto compreso tra Albino, Pradalunga e Gavarno Bivio.

Una studentessa ci ha raccontato cosa è successo tra martedì e mercoledì, ovvero nei primi due giorni di lavori:

“Salve, vi scrivo per informarvi di una problematica con la linea s30d della SAB che collega Albino con Alzano Lombardo. Da lunedì sono iniziati dei lavori nella zona Gavarno-Bivio, di fronte a una delle fermate della SAB. Prima degli inizi dei lavori, era stato assicurato a tutti che il servizio sarebbe stato disponibile negli orari scolastici, cosa che martedì appena saliti sul pullman ad Alzano Lombardo è stata negata a me e ad altri studenti in attesa del pullman da molti minuti. L’autista ci informa che hanno avuto l’ordine di non passare per le fermate di Gavarno/Cornale/Prdalunga ma da Alzano andare a Villa di Serio per poi dirigersi direttamente ad Albino, il tutto fino al termine dei lavori (09 ottobre).

Nessun avviso di cancellazione della linea, nessuna linea sostitutiva, completa assenza dei responsabili. E noi come ci arriviamo a scuola? E’ vero che è disponibile una fermata TEB a Nembro a 20 minuti a piedi dalla fermata di Gavarno, ma se ci siamo abbonati al pullman forse un motivo ci sarà. E i ragazzi minorenni? E nel caso in cui ci fosse stato qualche studente impossibilitato a camminare fino a Nembro? Totale disinteressamento da parte del servizio, perchè chiamando la Provincia ci è stato riferito di aver avvisato dei lavori con anticipo e quindi come mai non è stata trovata una soluzione prima di tutto questo? Non sono lavori improvvisi, ma anticipati, quindi c’era tutto il tempo per pensarci, ma ovviamente finchè non sono loro a pagare un abbonamento stratosferico, non sono interessati al problema.

Il primo problema si è presentato martedì verso le 13.30 alla fermata di Alzano quando l’autista ci ha comunicato il divieto di passare per Gavarno-Bivio: delusi siamo scesi tutti dal pullman e siamo risaliti su Teb, ovviamente senza biglietto perchè presi alla sprovvista e convinti della disponibilità del servizio negli orari scolastici. Mercoledì mattina sotto la pioggia ci siamo diretti alla fermata Teb di Nembro, perchè pur avendo pagato più di 400 euro per un servizio che non ci viene dato siamo costretti a trovarci una soluzione da soli”.

Mercoledì pomeriggio sul proprio sito ufficiale Sab ha aggiornato gli studenti: “A decorrere da giovedì 22 settembre saranno sperimentalmente attivate le seguenti corse utili per gli istituti di Gazzaniga ed Albino:

– ore 7.28 Cornale (via Gritti) – Pradalunga – Albino Stazione – Albino ITC
– ore 7.30 Cornale (via Gritti) – Pradalunga – Albino Stazione – Gazzaniga

La fermata di Cornale via Gritti sarà effettuata provvisoriamente dopo l’intersezione con via Minelli dir. Albino”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mapko

    ringraziamo chi ha deciso di svolgere i lavori durante il periodo scolastico
    in luglio e agosto c’era tutto il tempo necessario per la realizzazione col minimo disagio
    nessuno s’è preso la briga di affrontare il problema del trasporto scolastico che ne derivava, ci stanno mettendo una pezza giorno per giorno
    dilettanti allo sbaraglio, molto distanti dalla realtà e presuntuosi, visto che non ascoltano assolutamente pareri e consigli della “plebe”